Vocesport.com
Home

Il Pagellone granata: Minala mastino vigoroso. Rosina non è in giornata

di Luigi D’Antuono –
Gomis: poteva fare decisamente meglio sulla rete di Cocco, ma nell’arco dei novanta minuti si fa trovare pronto almeno in due circostanze respingendo le conclusioni degli attaccanti romagnoli. 5.5
Bittante: il tecnico Bollini lo schiera a sinistra, come fatto a Vicenza, e all’inizio tentenna ma quando viene spostato a destra riesce a garantire corsa e solidità difensiva. Sbaglia qualche passaggio facile che poteva alimentare le ripartenze granata. 5.5
Perico: non è esente da responsabilità in occasione della rete del Cesena e soffre nel primo tempo gli attaccanti romagnoli innescati dai cross che arrivano dalle corsie. Meglio nella ripresa quando riesce a trovare le giuste misure. 5.5
Schiavi: Bollini è riuscito a fargli disfare la valigia già pronta per lasciare Salerno a fine gennaio, ma soprattutto è riuscito a motivare un ragazzo finito ai margini della squadra anche in seguito a prestazioni poco esaltanti. In assenza di Bernandini diventa il baluardo difensivo contro avversari difficili. 7
Tuia: esce per una contrattura muscolare. Nei minuti giocati da segnalare qualche errore in fase di impostazione, lanci fuori misura per Rosina, e una chiusura tempestiva in piena area granata che evita il peggio. 5.5.
Ronaldo: sfiora la rete nel finale con un fendente dal limite dell’area, in qualche circostanza ci mette il fisico per arginare la manovra romagnola e conferma i segnali di crescita dettando i ritmi nella mediana. Un errore al limite dell’area granata innesca un’azione pericolosa degli ospiti. 6
Busellato: gioca a tutto campo, qualche volta prova ad affacciarsi nell’area cesenate, ma non trova fortuna. Solito moto perpetuo a disposizione della squadra. 6.5
Minala: l’oggetto misterioso arrivato a gennaio conferma la sua crescita e appoggia in rete la conclusione di Coda, realizzando la rete del vantaggio. Un mastino vigoroso che mancava alla Salernitana. 7
Improta: corre, macina chilometri e fa un lavoro sporco che non viene apprezzato dal pubblico e dalla critica. In difficoltà nel tridente, dimostra di essere a suo agio come quarto di centrocampo. 5
Rosina: non è la sua giornata migliore e si vede già nella prima mezz’ora quando sciupa un buon assist confezionato da Coda. Corre a vuoto e non incide inducendo Bollini a preferirgli Donnarumma. 5
Coda: nel primo tempo gioca da boa cercando di tenere alta la squadra e di liberare spazi per gli inserimenti dei compagni. Sciupa una ghiotta occasione nella seconda frazione di gioco vanificando un’azione corale. Lotta, ma non trova il gol. 6
Donnarumma: entra determinato e con la giusta carica agonistica di chi da tempo aspetta una chance per dimostrare il proprio valore. L’ingresso in campo contribuisce a cambiare volta alla squadra, ma sciupa la più favorevole delle occasione mandando la sfera sul fondo. 6
Vitale: entra alla mezz’ora, ma incide poco sull’economia del match soprattutto in fase offensiva. 5
Sprocati: gioca pochi minuti. S.v.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares