Vocesport.com
Home

P2P cuore, grinta e tanta sfortuna: la rimonta ad Aprilia si ferma al quarto set

Baronissi cuore, grinta e tanta sfortuna: la rimonta ad Aprilia si ferma al quarto set

Ancora rimpianti per la P2P. Spalla a spalla con Aprilia, Baronissi esce a testa altissima dalla sfida alla seconda della classe, con tanti progressi annotati sul taccuino ma di nuovo a bocca asciutta in classifica. I rimpianti aumentano, se si considera che Baronissi ha pagato a caro prezzo nel terzo set una macroscopica svista arbitrale e nel quarto è stata sprecona e masochista perché ha gettato alle ortiche un parziale che conduceva 18-21. Domenica 19 febbraio, tra le mura amiche del Pala Irno, il calendario di serie B1 girone D riparte dalla sfida casalinga alla Volley Group Roma.

La cronaca. Non arriva la fumata bianca dall’infermeria: qualche acciacco di troppo libera un posto in attacco e coach Castillo sceglie di utilizzare la giovane Peruzzi dal 1’. E’ proprio lei, classe 2001, a timbrare il punto del 5-3 che ricuce, insieme al time out discrezionale, il primo strappo di Aprilia, subito avanti 4-0. Il +2 delle padrone di casa dura fino al diagonale di Armonia (6-4) ma poi Baronissi commette due errori punto che spingono le pontine sull’8-4 al primo tempo tecnico. E’ in vena di regali anche Aprilia: sbaglia quattro battute, Baronissi respira e resta a galla ma i tre tentativi di rimonta sono stroncati dalle individualità laziali, in particolare da Kranner e Guidozzi, quest’ultima implacabile non solo nella fast del 14-10 ma anche in occasione del doppio ace che restituisce sei punti di vantaggio alla Gio’ Volley (16-10). Poi salgono in cattedra Liguori – due punti di fila – e soprattutto Corvese in fast. Coach Castillo tenta una nuova sterzata e inserisce anche la giovanissima Quarto, classe 2002, per un sostegno in ricezione. Dopo il muro di La Rosa, ultima fiammata della P2P, il set finisce però nelle mani di Aprilia che lo archivia per 25-16 con una battuta vincente di Guidozzi su Lanari.

Il secondo set comincia in salita per Baronissi, perché Aprilia è già avanti di 4 (8-4) al primo tempo tecnico dopo un muro su Armonia. Il capitano, però, si riscatta e rastrella punti soprattutto quando sceglie il contagiri alla soluzione di potenza. Un mattone dietro l’altro, sfruttando la battuta affilata di Armonia, il muro in coabitazione La Rosa-Pericolo e il primo tempo di La Rosa, la Due Principati perfeziona il primo aggancio a quota 14. Sul 16-15 per Aprilia ma battuta P2P, coach Castillo opera doppio cambio: dentro D’Agostino – da sfruttare anche in battuta – per Anna Pericolo e Miriam Sabato per del Vaglio. Il doppio cambio si chiude sul 19 pari. Finalmente in vantaggio con Armonia che picchia sulle mani del muro (19-20), Baronissi beneficia anche dell’attacco out di Gioia (19-21). Aprilia dimezza lo svantaggio con un sontuoso primo tempo di Corvese ma Pericolo sfonda per il 20-22 e il 21-23. Il lungolinea dell’ossigeno arriva dalla subentrata (su Peruzzi) Viscito (22-24) che fallisce per eccesso di zelo il primo set point ma si fa perdonare alla seconda occasione utile: suo il fendente che vale il 23-25.

In avvio di terzo parziale, le squadre si scambiano “favori” in battuta: gli errori da fondo campo valgono il temporaneo 3-3. Il primo allungo di Aprilia è firmato Kranner: il suo braccio pesante consegna l’8-5 alle padrone di casa. Ancora Kranner timbra il 12-6 dopo la bella pipe di Armonia. Il contro break della Due Principati (0-3) è dietro l’angolo 12-9. Ancora Armonia per il 14-10 irnino e chiusura cambio Pericolo-Quarto. Baronissi ci crede e tiene testa alla quotata avversaria. Pericolo metterebbe a terra anche il punto del provvisorio 15-12. Condizionale d’obbligo perché i direttori di gara, i signori De Orchi e Diana di Frosinone designati per Aprilia-P2P, rilevano un tocco del pallone sull’asta che crea stupore non solo in campo man anche sugli spalti. Dopo il time out del 16-10 che fa seguito alla svista, la coppia ciociara punisce le precedenti proteste di coach Castillo con il rosso che fa lievitare il punteggio sul 17-11. Aprilia passa all’incasso nel terzo set con l’ace del 25-14, firmato da Liguori.

Punta nell’orgoglio, la Due Principati reagisce subito e in avvio di quarto set è in vantaggio con Gagliardi in fast (5-6) e poi con Viscito in pallonetto (8-9). E’ spalla a spalla fino al secondo tempo tecnico che la Due Principati afferra in vantaggio di un punto (15-16) dopo il mani fuori di Armonia e il muro di del Vaglio in tandem con La Rosa. Avanti di 1 con Armonia (16-17), Pericolo (17-18) e Viscito (18-19), la Due Principati trova la doppia della palleggiatrice avversaria (18-20), l’innesto di Quarto in ricezione per sostituire la centrale La Rosa nel frattempo scalata in seconda linea e poi il punto del +3 (18-21) dopo l’errore in attacco di Aprilia. L’immediato contro break delle pontine (0-2, 20-21) alla ripresa delle ostilità obbliga, però, coach Castillo a spendere il primo time e poi il secondo, immediato, quando Borelli sorprende Lanari e firma l’ace del 21 pari. Il ruggito di Pericolo in muro solitario restituisce la parità alla P2P (22 pari). E’ sfortunata, però, Baronissi nel momento del massimo sforzo, perché la pipe di Armonia si spegne out di qualche centimetro, Kranner trova la riga per il 24-22 e poi Corvese, in fast, trova il 25-22 finale.

12 febbraio 2017 Ufficio Stampa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares