Vocesport.com
Home

LAVORATE CALCIO – VICTORIA MARRA: 2 – 1

LAVORATE CALCIO – VICTORIA MARRA: 2 – 1
MARCATORI: 28’ rig. Squillante (LC), 38’ De Martino (VM), 46pt’ Parziale (LC)
LAVORATE CALCIO: Adiletta G., Murano, Rainone, De Filippo, Squillante S., Parziale, Squillante Gab. (71’ Squitieri A.), Mandola (84’ Peluso), Squillante Gius. (94’ Gaito), Giordano, Albero (66’ Adiletta P.). A disposizione: Pellicane, Crescenzo L., Crescenzo A. All. Emilio Siano
VICTORIA MARRA: Iseo, Librera U., Sacco (83’ Federico), Palladino, Costantino (46’ Collaro), Balzano, Amura (55’ Alvi), Polo, De Martino, Giorgio, Cascata (71’ Notangelo). A disposizione: Librera N., Rosa, Ascolese. All. Giuseppe Aquino
ARBITRO: Alfonso Annunziata di Salerno
NOTE: Ammoniti: Amura, Polo, Balzano, Collaro (VM), Parziale, Gaito (LC). Corner: 5 – 6; Recuperi: 1’pt, 5’st. Spettatori 80 circa
La Victoria cade a Lavorate di Sarno dopo nove turni d’imbattibilità. Si ferma la galoppata degli uomini di Aquino, distaccati dalla concorrente F3 Nocera vincente tra le mura amiche. Questo pomeriggio al “Visconti” non c’è stato niente di quello che avrebbe voluto il vulcanico tecnico: mordenza, piglio, intensità. La squadra ha avuto un impatto alla gara negativo anche se reazione c’è stata, nella ripresa, ma soprattutto d’orgoglio. Di mezzo tanto nervosismo scaturito da alcune decisioni arbitrali, un aspetto che ha inciso sulla concentrazione degli atleti.
I padroni di casa più pimpanti, arrivano prima sulla sfera e alla mezz’ora si portano avanti grazie ad un penalty. La reazione ospite è immediata e finalmente si vede qualcosa: lancio dalle retrovie, De Martino si fionda sulla sfera e a tu per tu con l’estremo lo batte con conclusione potente. Prima del fischio della prima frazione c’è un calcio di punizione a favore del Lavorate: conclusione beffarda dalla distanza che tradisce Iseo e la Victoria di nuovo sotto. Nella ripresa, al 10’, i padroni di casa troverebbero anche il tris, ancora su punizione, ma l’arbitro vede un tocco di mano in barriera e annulla. La gara si trascina con “la celeste” alla ricerca del pari: con rabbia sì, ma scarsa determinazione. Non bastano tutti gli offensivi in campo, al triplice fischio arriva la prima sconfitta stagionale.
Alla prossima, al comunale di Scafati arriva la capolista nocerina, l’occasione per riscattarsi e riacciuffare il primato. Per Aquino e company sarà una lunga settimana per analizzare cosa non è andato e metterselo alle spalle: domenica pomeriggio è già domani.
Enzo Cavallaro

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares