Vocesport.com
Home

JOMI, GLI ESAMI NON FINISCONO MAI. SOTTO CON IL CASALGRANDE

JOMI, GLI ESAMI NON FINISCONO MAI. SOTTO CON IL CASALGRANDE

Torna nella sua fortezza inespugnabile la capolista Jomi Salerno. Dopo
un’assenza di tre settimane il sette allenato da coach Cardaci
ospiterà alla Palestra Caporale Palumbo il Casalgrande Padana nella
seconda giornata di ritorno della regular season del massimo
campionato italiano di pallamano femminile. Non cambiano obiettivi e
propositi delle salernitane rispetto alle quattordici giornate già
andate in archivio e che hanno visto altrettante vittorie da parte di
capitan Coppola e compagne. Il ruolino di marcia dovrà restare
immacolato per continuare la corsa solitaria in cima alla classifica
soprattutto ora che, dopo il recupero giocato in settimana, le
campionesse d’Italia in carica dell’Indeco Conversano hanno ridotto a
tre le lunghezze di svantaggio in classifica generale. Un distacco che
la Jomi proverà a mantenere inalterato e magari ad incrementare visto
che il calendario si fa sulla carta in discesa. Dopo il match con
Casalgrande infatti la Jomi se la vedrà nelle prossime tre giornate
con le squadre che occupano le ultime tre posizioni della graduatoria,
ovvero Ali Mestrino (in trasferta), Nuoro (alla Palumbo) e Flavioni
(ancora fuori casa). Calcoli di cui non vuol sentir parlare coach
Cardaci, intento a preparare la sfida di sabato contro il Casalgrande.
Una compagine, guidata dalla ex Furlanetto, che ha messo in grossa
difficoltà appena una settimana fa proprio Conversano. Le pugliesi
sono riuscite ad espugnare il campo delle padane ma con grandissima
sofferenza. Dopo aver chiuso il primo tempo sotto di 11 gol (9-20)
nella seconda parte del match le padrone di casa hanno sfiorato la
clamorosa rimonta, vincendo il parziale con le pugliesi 20-12 ma nel
complesso perdendo l’incontro 29-32. Dunque bisognerà restare
concentrati per evitare brutti scherzi che, in un campionato lungo,
intenso ed equilibrato come quello di A1 femminile, sono sempre dietro
l’angolo. Nessuna novità di formazione per coach Cardaci che non
recupera Ceklic e Landri ma che punta sulla verve realizzativa della
cubana Gomez e sui progressi del neo acquisto Dalla Costa, oltre alla
compattezza del nucleo storico formato da Coppola, Napoletano,
Prunster ed Avram, per avere la meglio del Casalgrande Padana. In
merito al match il tecnico della Jomi Salerno, Salvo Cardaci, non
esita ad affermare: “Il Casalgrande del patron Trinelli è una
formazione quadrata che non per niente è ancora in corsa per uno dei
primi quattro posti – evidenzia lo stesso mister Cardaci – una rosa
composta da atlete giovani che hanno vinto appena l’estate scorsa lo
scudetto under 18 unite ad altre atlete di esperienza come Bassi,
Furlanetto e Franco che hanno vestito anche la maglia della Nazionale.
Abbiamo ancora in testa la prestazione sottotono del Pala Keope e per
questa ragione chiederò alle nostre ragazze di disputare una
prestazione all’altezza delle aspettative per conquistare un risultato
positivo”. Cosa teme della formazione emiliana in particolare? “Credo
che le loro motivazioni saranno fondamentali per cercare di metterci
in difficoltà. Fanno parte del Casalgrande ben tre giocatrici
siciliane che in periodi e con maglie diverse hanno esordito proprio
con me in panchina nella massima serie di pallamano e poi hanno Ilenia
Furlanetto che secondo me è giocatrice tra le più forti nel suo ruolo
nel campionato italiano. Insomma un match da prendere con le pinze
anche se ho tantissima fiducia nel gruppo che guido che continua ad
allenarsi con grande entusiasmo e stanno dimostrando in campo di
essere, almeno per il momento, l’unica vera antagonista alle
campionesse in carica del Conversano”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares