Vocesport.com
Home

Lotito e la “fatal” Verona. In 24 ore il copatron soccombe a Chievo ed Hellas.

Fatale e galeotta fu per Claudio Lotito la Verona sportiva. A distanza di 24 ore, il presidente della Salernitana e della Lazio ha dovuto ingoiare l’amare calice della sconfitta. Le modalità e le circostanze fortuite con cui i due insuccessi sono stati collezionati ad opera di due squadre venete, rispettivamente Chievo Verona per la Lazio ed Hellas Verona per la Salernitana, lasciano ancora di più spazio alle recriminazioni. La beffa giunge in primis all’Olimpico nel corso dell’anticipo pomeridiano tra la formazione biancoceleste e l’undici allenato da Maran. A decidere un match che sembrava essersi incanalato sul risultato ad occhiali, una rete di Inglese a tempo ormai scaduto. A distanza di 24 ore dall’amaro dello stadio capitolino, la Salernitana di Alberto Bollini patisce la sconfitta al “Bentegodi” con il classico risultato all’inglese, dovendo prestare il fianco al Verona di Fabio Pecchia, alla ricerca di punti fondamentali per rilanciarsi quale capolista indiscussa del campionato. La squadra granata effettua una buona prestazione, inficiata dagli errori dei singoli in fase difensiva e di realizzazione. Il Verona, squadra nel complesso di gran lunga superiore all’undici granata, sentitamente ringrazia, conquistando con il minimo sforzo, il massimo risultato. Una doppia debacle che dovrà far riflettere il copatron Lotito, atteso su entrambe le “ruote” ad effettuare dei correttivi affinchè si incentivi la “dea bendata” che, si sa, aiuta solo gli audaci…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares