Vocesport.com
Home

Spezia: facciamoci un ris…..otto all’ “arrabbiata”

Maccarone, m’hai provocato ed io ti distruggo“. Avrà di sicuro gustato meglio e con più soddisfazione una pietanza classica della tradizione gastronomica italiana, il mitico attore Alberto Sordi nel film “un americano a Roma“, che lo Spezia il riso all'”arrabbiata”, fatto cuocere all’indomani della gara persa con la Salernitana e servito sul tavolo delle giustificazioni. E’ stata tutta colpa del menù da “ospedale”, classico degli atleti, fornito dalla cucina di un albergo salernitano ove la squadra di Di Carlo ha soggiornato prima di trasferirsi all’Arechi, se Massimo Coda ha precisione chirurgica”uccellato” l’estremo difensore ligure. La dissenteria più che dal fatidico cibo “mal conservato”- come denunciato dal quotidiano ligure “Secolo IX”- è stata provocata da un senso di insoddisfazione per una sconfitta in grado di generare un vero e proprio virus intestinale ex post. Al netto degli infortuni e delle defezioni per problemi di dissenteria succitata ed acuitasi al triplice fischio finale del match, sarebbe stato meglio nascondere gli eventuali problemi di ventre, camuffandoli con scuse plausibili. Quella del cibo-perdonateci-è una minestra riscaldata che non fa onore agli avversari ed, particolare, alla gastronomia campana….

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares