Vocesport.com
Home

Milan, Montella: “Napoli è fortissimo! Maradona? Spero li abbia distratti.”

Vincenzo Montella, allenatore del Milan, è interveuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Napoli in programma per domani sera:

Su Niang: “Ha avuto un calo dopo il virus influenzale, perdendo dunque un po’ di sicurezza. Oggi valuteremo, ieri non s’è allenatore. Per superare questo momento difficile servirebbe un episodio favorevole”.

Sull’ex azzurro Sosa: “A Napoli ha fatto fatica per un aspetto tattico, ma adesso è maturo. Fa sempre bene quando lo chiamo in causa, vuole essere sostenuto e giocare un po’ di più”.

Sulla partita: “E’ una gara d’alta classifica, per noi è motivo d’orgoglio e responsabilità, non dobbiamo accontentarci. Affrontiamo una squadra fortissima, costruita per giocare la Champions League e cercheremo di giocarci contro nel modo migliore. E’ una squadra costruita con un fatturato per giocare tre competizioni, non so cosa penserà il mio amico Sarri di questo. Non ci accontenteremo di giocarla, non fa parte della storia del Milan”.

Sulla sua squadra: “Sono aumentate le nostre ambizioni, ma ci sono ancora delle cose da migliorare se vogliamo fare una stagione di importante, sia per il presente che per il futuro”.

Sulla classifica: “In alto siamo tutti abbastanza vicini, si può pensare alla Champions League come a non raggiungere neanche l’Europa League perché le squadre in corsa sono tante”.

Sul terzo posto: “Non so se domani sarà decisiva per il terzo posto, non credo. Dipenderà anche dal nostro recupero di Bologna”.

Su Donnarumma: “Tra i più giovani è uno dei migliori al mondo. Affronta tutto con grande serenità”.

Sulle rimonte: “Non decidiamo noi di andare in svantaggio. Contro grandi squadre è più difficile recuperare, ma non sempre è così”.

Sull’ambiente: “Al di là del risultato i tifosi apprezzano l’anima della squadra, la programmazione che può avere questo gruppo. I risultati non mineranno in maniera netta la partecipazione del tifoso milanista”.

Sul confronto con Sarri: “Gli piace molto il possesso palla e il fraseggio, le sue squadre sono molto riconoscibili. Lo stimo molto come allenatore”.

Sulle assenze: “Gicoheremo sempre in 11, quindi le assenze non dovranno essere un alibi”.

Su Maradona: “Mi auguro che la sua visita li abbia distratti”.

Ancora sulla partita: “Voglio che la mia squadra mi stupisca ancora. Domani sarà un esame importante, ma ce ne saranno ancora degli altri”.

Sul Napoli: “Sono anni che gioca ad alti livelli, gli manca solo un successo internazionale. Per me è un po’ un derby”.

Su Bacca: “Deve pensare soprattutto a segnare, ma nell’ultimo match ha fatto un’ottima partita anche a livello di partecipazione alla manovra”.

Su De Sciglio: “Non sta ancora bene, non penso che per domani sia a disposizione. Lo vedo sereno, nonostante le voci sulla Juventus”.

Su Mertens: “Sono tanti i giocatori forti nel Napoli. Io gli toglierei Reina visto che anche all’andata ha dimostrato di essere molto furbo”.

Sul tifare Milan quando c’era Maradona: “Avevo gli occhi per Van Basten, lo adoravo, diventai simpatizzante per il Milan. Il tifo vero l’ho avuto in adolescenza ed era per il Milan”.

fontE: tuttonapoli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares