Vocesport.com
Home

Gelbison, sconfitta di misura: match deciso da un episodio

pepe gelbisonGelbison sconfitta di misura: match deciso da un episodio

Si interrompe al Trastevere Stadium la striscia di risultati utili per la Gelbison, accompagnata quest’oggi da circa 150 fedellissimi tifosi rossoblu. Big match tutto sommato equilibrato, con le due squafre che si presentano dall’inizio con moduli speculari. Al 4-3-3 dei padroni di casa, risponde la Gelbison con analogo schieramento che prevede, la consueta difesa a quattro, in mediana rientra Pecora al fianco di Manzillo e De Feo, in avanti Cappiello supportato da Yeboah e Passaro, con il bomber Maggio tenuto precauzionalmente in panchina, causa una botta rimediata in allenamento.
Il primo tempo si apre con una fase di studio in cui le due squadre cercano di non scoprirsi più di tanto. A spezzare l’equilibrio ci prova prima capitan Manzillo al 10′, ma la sua punizione finisce alta sopra la traversa. Un minuto dopo è Yeboah che scalda i guanti a Radaelli con un tiro da fuori.
I trasteverini cercano di impensierire l’attenta retroguardia vallese con azioni sulle fasce e susseguenti cross in mezzo su cui fa buona guardia D’Agostino.
La Gelbison mostra un maggior possesso palla senza tuttavia incidere a dovere.
Senza nessun recupero, si chiude il primo tempo con un gioco decisamente statico da entrambe le parti.
La ripresa si apre con i padroni di casa che cercano di imprimere un ritmo maggiore alla gara e ci provano, prima con un’azione insistita in area rossoblu con D’agostino che risolve facendo sua la palla, ed al 4′ con un tiro da fuori del centrocampista Mastromattei che non inquadra lo specchio.
Al 9′ il Trastevere, inaspettatamente passa in vantaggio. Su una palla innocua, Giordano commette una indecisione che si rivela fatale, poichè la palla finisce tra i piedi di Tajarol che ringrazia e porta in vantaggio i suoi trafiggendo l’incolpevole D’Agostino bravo comunque nel tentativo di mettervi una pezza.
La rete scuote la Gelbison che si riversa in avanti e ci prova, seppur senza effetto, ancora con Yeboah e poi con Cappiello.
A questo punto mister La Greca, quest’oggi al posto dello squalificato Pepe, prova a dare maggiore imprevedibilità alla fase offensiva, inserendo Falco per Pecora.
Al 21′ i rossoblu hanno l’occasione per pareggiare, ma la punizione calciata da Manzillo si infrange sul palo esterno con il portiere Radaelli che nulla poteva nell’occasione.
I trasteverini si difendono con ordine e non lasciano molti spazi agli avanti rossoblu, tant’é che, esaurita la sfuriata dei vallesi, il Trastevere impegna di nuovo D’Agostino con Panico. Al 38′, Tajarol si fa mezzo campo in progressione ma viene fermato fallosamente da Giordano, il quale rimedia il secondo giallo e finisce anzitempo la gara.
In inferiorità numerica si spengono definitavamente la speranze dei rossoblu, che subiscono nel finale di gara, ma l’ultimo tentativo dei padroni di casa con il subentrato Fiorini, si infrange sul palo.
Dopo quattro minuti di recupero, l’abitro fischia la fine del match.
E’ un episodio quindi, a condannare la Gelbison, visto che le due squadre hanno mostrato sostanzialmente di equivalersi.
La vittoria del Trastevere premia la caparbietà ed il carattere della capolista, brava a soffrire quando serve, letale nel colpire con l’intramontabile Tajarol.
I vallesi, sostenuti quest’oggi da 150 tifosi coloratissimi di rossoblu, hanno dimostrato, al di là della sconfitta, di essere con pieno merito in zona play off.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares