Vocesport.com
Home

Avellino. Perrotta: “A Cesena a viso aperto.

perrotta-avellinoSicuramente una nota lieta dell’Avellino di quest’anno, Marco Perrotta ha conquistato il posto da titolare ed è deciso più che mai a non mollarlo. Il centrale classe 1994 ha commentato il suo momento e quello dei biancoverdi.

Avellino e Cesena alla ricerca di punti, che partita sarà?

“Sappiamo che affronteremo un avversario forte e che non merita la classifica che ha in questo momento. Ma per me nulla è impossibile e quindi ce la giocheremo a viso aperto”.

Cosa è cambiato per te personalmente visto che ora sei titolare inamovibile?

“Sapevo che il mio momento sarebbe arrivato. Il mister mi ha sempre tenuto in grande considerazione. Dovevo solo lavorare a testa bassa e ora sono contento”.

Quali sono le tue caratteristiche?

“Non cambia molto giocare a tre dietro o a quattro. Ho giocato sempre con una difesa a tre, ma dobbiamo essere a disposizione del mister. I moduli sono tanti e si possono cambiare gara dopo gara. Un calciatore deve saper gestire le varie posizioni”.

Dovrebbe arrivare un punto di penalizzazione, come la vivete?

“Non lo sapevo. Ho visto la classifica la prima volta due giornate fa. Preferisco vederla alla fine del girone di andata. Sappiamo però che dobbiamo fare punti. La penalizzazione deve solamente darci maggiore forza per fare ancora meglio”.

Quando sei giunto ad Avellino ti ha accompagnato tua mamma, che rapporto c’è tra di voi?

“E’ la prima donna della mia vita. Tengo tantissimo alla mia famiglia, che mi ha dato una educazione facendo tanti sacrifici. Ci tenevo molto a portarla ad Avellino”.

Perrotta-Djimsiti, bella intesa, cosa ne pensi?

“I difensori di questa squadra sono tra i migliori della categoria e mi danno tanti consigli per farmi crescere. E qui ci sono le persone giuste per farlo”.

Come si cambia passo in trasferta?

“Al di là della tattica, serve forse maggiore cattiveria. Ci vuole poco per fare risultato. Le occasioni ci saranno, dovremo reagire al meglio e sfruttare gli episodi”.

Qual è il tuo rapporto col mister, in virtù anche delle pressioni che ci sono sul tecnico e cosa pensi delle parole di sprono di D’Angelo?

“Il mister ci manca perchè ci dà la giusta carica. Ho sempre avuto un ottimo rapporto con lui di grande comunicazione. Sul capitano dico che è sempre il primo a metterci la faccia ed è uno dei migliori in ogni occasione”.

fontE: tuttoavellino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares