Vocesport.com
Home

3-4-1-2 con i “titolarissimi” ed un’unica eccezione…

7-9Ogni allenatore ha i propri crucci o diavoli per capello. Non sarà da meno a tale “luogo comune” il tecnico della Salernitana, Giuseppe Sannino che dopo aver cambiato numerosi moduli tattici, da Latina (si spera) proverà ad assicurare in termini di assetto una maggiore continuità da cui la squadra non potrà che beneficiarne in termini di sicurezza e conseguimento di una maggiore identità di gioco. Squadra che pareggia o meglio che rimonta e non perde con il Latina, non si cambia. La Salernitana vista all’opera con la squadra di Vivarini, sarà per 10/11 la stessa di quella che affronterà la Pro Vercelli, Lunedì sera, all’Arechi. L’ assenza di Odjer per infortunio e le non perfette condizioni di Busellato (reduce da una distorsione al ginocchio), “costringeranno” il tecnico Sannino ad impiegare nuovamente il duo Della Rocca-Ronaldo al centro del campo, supportati dai “titolarissimi” Vitale ed Improta sulle corsie laterali. Al momento, gli ex Ternana e Genoa non sembrano per caratteristiche nel ruolo, avere in rosa sostituti all’altezza. In difes, dinanzi a Terracciano, Bernardini e Perico sono certi di un posto. Felipe Marchi, dopo l’assenza forzata per influenza nell’ultimo turno di campionato, dovrebbe riprendersi una maglia da titolare, sostituendo Schiavi, dalla gara con la Ternana, rientrato nuovamente ad assaporare l’erba del rettangolo verde. L’attacco sarà affidato al trittico composto da Rosina, divincolato da compiti di copertura, alle spalle del duo Donnarumma- Coda. Quest’oggi dopo due turni di riposo, la Salernitana comincerà a lavorare sodo in vista del posticipo, ma visti i precedenti e gli uomini a disposizione, mister Sannino non dovrebbe essere pervaso da eccessivi dubbi di formazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares