Vocesport.com
Home

ARIOSTO-JOMI, SFIDA AD ALTA QUOTA

jomi-salerno-vs-flavioniARIOSTO-JOMI, SFIDA AD ALTA QUOTA

Si respirerà aria buona, d’alta classifica nel match che contrapporrà
l’Ariosto Ferrara alla Jomi Salerno. Soltanto tre le lunghezze che
dividono le salernitane di coach Cardaci, in testa a punteggio pieno,
al sette allenato da coach De Vita. Una differenza minima dettata
dalla sconfitta, la prima in questa stagione dopo quattro successi
consecutivi, delle emiliane avvenuta sabato scorso in casa delle
campionesse d’Italia in carica dell’Indeco Conversano. Una battuta
d’arresto che non cancella quanto di buono fatto finora dall’Ariosto,
compagine molto rinnovata e tra le sorprese di questo avvio. Di contro
per la Jomi Salerno ci sarà il primo vero e proprio esame di maturità
di questo campionato, dopo cinque sfide vinte contro avversarie tutte,
almeno sulla carta, abbordabili da Ceklic e compagne. Qualche piccolo
contrattempo di formazione per coach Cardaci, che è stato costretto a
fare a meno per tutta la settimana di due pilastri del roster titolare
come Prunster e Landri, impegnate nello stage della Nazionale azzurra
fino a giovedì e che si sono aggregate al gruppo in partenza per
Ferrara solo il giorno dopo. Ad ogni modo il gruppo a disposizione del
trainer siciliano è ampio e ben assortito in ogni ruolo e potrà
ovviare alle difficoltà ruotando le effettive, come accaduto anche
nelle ultime uscite. Oltre alle consuete bocche di fuoco, da Avram a
Gomez, da Coppola a Napoletano, la Jomi potrà inoltre contare in terra
estense ancora una volta su quello che è sempre più il proprio punto
di forza, il sistema difensivo. Con soli 98 gol al passivo, unica
squadra ancora al di sotto dei 100 gol subiti, la Pdo infatti è
risultata la miglior difesa del campionato di massima serie femminile.
Ed anche a Ferrara, contro avversarie di rango del calibro di
Marchegiani, Soglietti, Barros e Dobreva, sarà fondamentale, per la
Jomi Salerno, subire il meno possibile per poi colpire l’avversario
con le consuete, micidiali, ripartenze e portare a casa quella che
sarebbe la sesta vittoria consecutiva.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares