Vocesport.com
Home

La Gelbison cala il tris: vittoria meritata contro la Nocerina

logo_gelbison

La Gelbison cala il tris: vittoria meritata contro la Nocerina

La Gelbison vince e convince. Prestazione esemplare dei ragazzi rossoblu che al cospetto di una nobile come la Nocerina, sfoderano una prestazione maiuscola fatta di cuore ma anche tanta testa.
Merito del mister Alfonso Pepe che, quest’oggi, di fronte al 4-2-3-1 degli avversari, risponde con un modulo a specchio, confermando la difesa a quattro delle ultime uscite, lasciando capitan Manzillo e De Feo a fare da diga a centrocampo, e puntando contemporaneamente sulla velocità di Passaro, Yeboah e Cappiello a supporto della punta Maggio.
Parte subito bene la Gelbison ed al 4′ Cappiello si invola sulla sinistra e mette in mezzo una palla pericolosa sulla quale non arriva nessun giocatore rossoblu. La risposta della Nocerina non si fa attendere ed al 10′ Fella calcia verso la porta dalla destra, quasi sulla linea di fondo, la palla danza sulla linea di porta ma provvidenzialmente D’Orsi anticipa Girardi che stava per insaccare a porta vuota.
Al 21′ la Gelbison passa in vantaggio. Prima Cappiello spara in porta ma l’under Amato si supera mettendo in angolo e sugli sviluppi del corner battuto da Manzillo, Maggio colpisce di testa e D’Orsi in maniera quasi impercettibile, tocca quel tanto che basta per insaccare alla sinistra dell’incolpevole Amato.
Al 33′ ancora Gelbison pericolosa con le ripartenze. Questa volta è Passaro che semina il panico nella retroguardia avversaria ma il suo tiro viene ribattuto dal portiere Amato che coraggiosamente si avventa sul pallone. Nell’occasione però lo stesso Amato, scontrandosi con l’ala rossoblu, rimane a terra per tre minuti, fortunatamente si rialza ed il gioco può riprendere.
Quando il primo tempo si sta avviando alla conclusione, nel corposo recupero, Yeboah brucia in velocità il diretto avversario e spara in porta, Amato respinge sull’accorrente Cappiello che raddoppia meritatamente per la Gelbison.
La ripresa si apre con la Nocerina a tenere il pallino del gioco, ma i molossi non riescono a rendersi pericolosi, mentre gli uomini di Alfonso Pepe si sacrificano a turno per arginare la manovra rossonera, ripartendo con veloci verticalizzazioni.
Al 55′ Nocerina pericolosa con Di Pietro che calcia dal limite dell’area un bolide che D’Agostino para in due tempi. Al 72′ l’azione più pericolosa dei molossi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Vitolo mette in mezzo per l’ex Cacace che colpisce di testa a botta sicura ma D’Agostino compie un vero miracolo, respingendo il pallone indirizzato alla sua sinistra.
Nessuna emozione fino al minuto 82′ quando, Manzillo serve splendidamente in verticale per Cappiello che si invola sulla sinistra e serve al centro un assist al bacio per Maggio, ma salva provvidenzialmente la difesa rossonera. Al 87′ azione in velocità della Gelbison, con Cappiello che lanciato in profondità, supera Cacace e insacca facilmente nell’angolo alla destra di Amato.
In pieno recupero, Girardi serve Siclari che in corsa, piazza il pallone nell’angolo alla destra di D’Agostino, colpendo prima il palo e terminando poi in rete. Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.
La Gelbison, meritatamente, festeggia con tutta la squadra sotto la tribuna gremita dal caloroso ed entusiasta pubblico vallese.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares