Vocesport.com
Home

Lotito-Sannino: chi buttare per primo dalla Torre?

dsc_9055“Quale delega salvezza? Abbiamo investito tanto quest’anno, tant’è che per budget messo a disposizione per l’allestimento della squadra, siamo tra i primi posti del campionato”. Parole e musica di Claudio Lotito che di fatto sconfessa il ritmo costante e lento mantenuto dalla formazione granata nelle ultime quattro giornate. Secondo il Sannino “pensiero”, sei punti in quattro gare corredati da tante recriminazioni per ciò che poteva essere e non è stato sono confacenti al cammino di una formazione tenuta a conseguire in primis il risultato di una tranquilla salvezza. A detta del copatron granata, invece, tale rendimento è tutt’altro che soddisfacente, poichè fa stazionare una squadra costruita per ben altri obiettivi in posizioni di media-bassa classifica. A tal punto, a netto delle dichiarazioni rilasciate dalle parti, urge chiedersi chi tra quest’ultime stia effettuando il doppio gioco. In particolare, i tifosi, la piazza, necessitano di comprendere quale obiettivo reale si sia prefissato la società granata per questa stagione. E se in controtendenza rispetto a quanto rimarcato nel post gara con il Trapani, in cui il copatron stesso affermò l’impossibilità di poter mantenere la gestione di due società nella medesima competizione, lo stesso Lotito ha alzato l’asticella, di contro mister Sannino ha sempre manifestato la necessità di dover potare a termine il mandato conferitogli di una tranquilla permanenza in serie B. Ed allora, in occasione della gara con l’ex Gattuso, Sabato pomeriggio, stanti tali contraddittorie dichiarazioni delle parti interessate, ci si chiede chi buttare dalla Torre tra Sannino ed il copatron all’esito del match con il Pisa. Di fatto in caso di mancato conseguimento di un successo che manca da quasi un mese, il primo a cadere dalla panchina traballante dovrebbe essere il tecnico Sannino: a patto che quanto dichiarato da Lotito in merito ai possibili e concreti obiettivi della squadra granata per quest’anno, corrisponda davvero a verità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares