Vocesport.com
Home

Gladiator. Le rivelazioni del dg D’Anna: “ Esonero? Decisione all’unanimità, serviva una scossa”

d'anna marcianiseSANTA MARIA CAPUA VETERE – La nottata tra il 13 ed il 14 ottobre è stata indigesta per Luigi Squillante. Nella serata di ieri l’allenatore sarnese ha ricevuto la telefonata di esonero insieme al vice allenatore Giosué Squillante ed al preparatore atletico Rocco Fiume. Una notizia che era ipotizzabile, considerando gli ultimi risultati negativi, ma che pochi si aspettavano, perché nell’aria si percepiva l’atmosfera da ultima chance per la gara di domenica, sempre al “Mario Piccirillo”, contro la Sancataldese.

L’ESONERO. Spiega le ragioni della decisione drastica il direttore generale Salvatore Bruno D’Anna: “L’esonero di Squillante è legato ai risultati che nelle ultime settimane non sono arrivati. Questo è assolutamente il primo motivo di una decisione presa dall’unanimità di coloro che rappresentano il Gladiator. Non c’è stata alcuna forzatura, perché tutti sono arrivati alla conclusione che serviva una scossa per risollevare un ambiente che è apparso depresso. Dopo la partita, abbiamo analizzato con attenzione la situazione in toto ed è stato deciso di dare una sterzata”.

LA SCELTA DI GRIMALDI. Immediata l’investitura di Teore Grimaldi che già da oggi pomeriggio dirigerà il primo allenamento: “Grimaldi era tra i papabili già in estate. Poi la scelta ricadde su Squillante, allenatore più desiderato dalla piazza e dalla gran parte della società. Ma già allora Teore era in lizza. Non è una scelta dell’ultima ora, bensì una decisione ponderata. Ridimensionamento a dicembre? E’ ancora troppo presto per dirlo, ora tocca rimboccarci le maniche ed affrontare con il piglio giusto il match con la Sancataldese di domenica al Piccirillo”.

LA FIGURA DI GIACOMO DE FELICE. L’occasione è ghiotta per chiedere all’esperto dirigente marcianisano informazioni più dettagliate in merito al dietrofront di Giacomo De Felice che, allontanatosi momentaneamente dal team sammaritano, è tornato in prima persona. Le parole a riguardo di Salvatore Bruno D’Anna sono determinate: “Questo Gladiator senza Giacomo De Felice non esiste. Sono state voci, infatti anche mercoledì il dottor De Felice era presente allo stadio. Non è assolutamente pensabile che venisse a mancare l’artefice principale di questo progetto. Lui e l’ingegnere Raffaele D’Anna sono le forze principali, insieme a loro c’è un collettivo di sammaritani che sostiene il Gladiator. Questa è l’idea e questo è il progetto neroazzurro”.

L’ANALISI. In conclusione il direttore generale ritorna sul match di mercoledì contro la Cavese: “Obiettivamente non è stata una bella partita. Nella ripresa il Gladiator meritava il pareggio, ma questo è un momento in cui la fortuna non è della parte nostra. Le giornate passano e le soddisfazioni stentano ad arrivare. La squadra manca di brillantezza, con troppi infortuni che ci perseguitano. Poca incisività in attacco? Nella fattispecie si punta molto su Del Sorbo come centravanti. Il reparto offensivo non sta brillando, ma non bisogna focalizzare l’attenzione solo su quello. Anche perché in altre partite è stata la difesa a non brillare. Bisogna capire le ragioni di questa scarsa resa, speriamo di risolvere le problematiche con l’arrivo di Grimaldi”.

fontE:s port casertano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares