Vocesport.com
Home

Fc Sorrento, la soddisfazione di mister Turi e capitan Scarpa

scarpa-750x350-sorrentoAl termine della gara vinta per 2-0 dal Sorrento sul Castel San Giorgio, il mister Mario Turi ed il capitano Francesco Scarpa hanno così analizzato la sfida vinta al temine di una partita molto complicata contro un avversario chiuso e compatto. Tante le occasione create, la rete dagli 11 metri di Scarpa mette la gara in discesa mentre Savarese trova il raddoppio che mette definitivamente in ghiaccio il match.

Per il mister Mario Turi è stata una partita preparata alla perfezione in settimana. Tante le occasioni da gol create, poi la rete di Scarpa incanala la partita nei giusti binari . “In settimana avevamo preparato nei minimi dettagli la partita contro il Castel San Giorgio, e nel primo tempo la squadra ha giocato una buona partita. Volevo evitare che i nostri avversari iniziassero a giocare il pallone da dietro, andando anche incontro ai rischi che si corrono quando si va a pressare alti. Potevamo soltanto gestire un po’ meglio il pallone e mostrare una minore frenesia nella ricerca del gol. Nonostante ciò, siamo stati in grado di creare almeno 4/5 occasioni molto limpide, il gol era nell’aria e quindi era soltanto una questione di momenti. Bisognava avere pazienza, poi le partite si sbloccano e di conseguenza cambia tutta l’inerzia del match. Credo inoltre che oggi abbiamo imparato la lezione, partendo forti e senza concedere praticamente nulla al Castel San Giorgio per tutta la durata della gara.”

Il Castel San Giorgio guidato da Antonino Amarante è squadra che si distingue per un atteggiamento offensivo e mai rinunciatario. Se allo Stadio Italia ha abbassato tantissimo il proprio baricentro, il merito è senz’altro di un Sorrento sceso in campo fin dall’inizio con la mentalità giusta.“Dopo una trasferta persa in modo rocambolesco come a Palma Campania, ci può stare che si vada in campo un po’ più nervosi. Siamo stati bravi a gestire i diversi momenti della gara, abbassando i ritmi al momento opportuno per ragionare meglio, perché se si va sempre a mille all’ora si può perdere un pizzico di lucidità. Avevamo tanta voglia di fare, a volte siamo stati un po’ disordinati, ma dal mio punto di vista c’è stata una reazione di carattere perché la frenesia è sintomo di immediata voglia di riscatto. Il Castel San Giorgio prova a fare la sua partita ovunque e se nel primo tempo è stato così basso e si è praticamente difeso a 5, vuol dire che stiamo stati bravi noi ad interpretare bene la gara. È chiaro che gli under vanno premiati qualche volta in più, e credo che soprattutto nella seconda frazione di gioco abbiano partecipato in maniera ancora più attiva alla manovra offensiva”.

Il capitano Francesco Scarpa è stato tra i migliori in campo. Largo sulla sinistra, ma libero di svariare su tutto il fronte offensivo oltre ad essere spesso elemento di raccordo tra centrocampo e attacco. Tanti assist non finalizzati, segna su calcio di rigore la sua prima rete in campionato, che va ad aggiungersi alle 2 già messe a segno in Coppa Italia. Tuttavia, da buon perfezionista, sa che può dare ancora di più a questa squadra. “Siamo soddisfatti perché contro un Castel San Giorgio che si difendeva con 10 calciatori dietro la linea della palla non era facile trovare gli spazi giusti. Fortunatamente c’è stato il calcio di rigore che ha premiato l’enorme sforzo offensivo prodotto fin dal primo tempo. Appena aperte le marcature ci siamo sbloccati, e poco dopo siamo riusciti a trovare anche il secondo gol che ci ha permesso di giocare con ulteriore tranquillità portando a casa 3 punti di fondamentale importanza per il nostro campionato. Per quanto riguarda la mia prestazione personale, sono invece contento a metà. Mi conosco, non sono ancora al top e so che posso dare ancora di più.”

fontE: sito sorrento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares