Vocesport.com
Home

Spal-Salernitana 3-2. Errori difensivi e regali arbitrali. Sconfitta immeritata al “Mazza”

stadion-spalferraraSPAL (3-5-2): Branduani; Cremonesi, Vicari (1^ st Gasparetto), Giani; Lazzari (33^ st Silvestri), Schiattarella, Castagnetti, Mora, Del Grosso (22^ st Arini); Zigoni, Antenucci. A disp. Marchegiani, Grassi, Finotto, Beghetto, Picchi, Pontisso. All: Leonardo Semplici
SALERNITANA (3-4-1-2): Terracciano; Tuia (7^ st Mantovani), Schiavi, Bernardini; Laverone (18^ st Improta), Odjer, Della Rocca, Vitale; Rosina; Donnarumma (32^ st Joao Silva), Coda. A disp. Iliadis, Ronaldo, Joao Silva, Busellato, Mantovani, Caccavallo, Luiz Felipe, Zito. All: Giuseppe Sannino
ARBITRO: Sig. Davide Ghersini di Genova. Assistenti:Gori/Fiore. IV uomo: Volpi
NOTE: Marcatori: 4′ pt Donnarumma (S), 7′ pt Schiattarella (SP), 37′ pt Mora (SP), 2^ st Coda (S), 10^ st Antenucci (SP). Ammoniti: Schiattarella (SP), Odjer (S), Cremonesi (SP), Schiavi (S), Bernardini (S). Espulsi 38^ st Schiavi (S) per doppia ammonizione. Angoli: 5-3. Recupero: 1′ pt, 5^ st. Spettatori: 6730.

Partita dai due volti per quanto concerne il primo tempo. La Salernitana, passata in vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto dalla trequarti da Rosina e capitalizzato di testa da Donnarumma (seconda rete consecutiva per lui) su torre di testa di Tuia, viene di poi a mancare nella parte centrale della prima frazione di gara. La Spal, complice uno svarione difensivo di Schiavi, al 7^ fredda Terracciano in disperata uscita. L’estremo difensore granata riesce ad evitare il raddoppio su un tiro angolato di Antenucci, scoccato dall’interno dell’area di rigore. La capitolazione granata arriva al 37^ con Mora che su calcio d’angolo dalla destra, supera Tuia in marcatura e di testa insacca per la seconda volta, la sfera alle spalle di Terracciano. La Salernitana reclama per un fallo di mani commesso da Giani in area di rigore, non rilevato da un arbitro, autore di una condotta di gara alquanto fiscale. Nella ripresa, la squadra di Sannino trova subito il pareggio con un gran goal di Massimo Coda, bravo di destro in diagonale ad incrociare il tiro nell’angolino basso alla destra del portiere. La Spal ritorna in vantaggio con Antenucci, che complice un’azione viziata da un fallo subito da Vitale, entra in area e con un tiro da biliardo insacca la sfera nell’angolino alla sinistra di un’incolpevole Terracciano. Giani, nel frattempo, su cross di Vitale, in area di rigore anticipa ancora una volta Coda con un tocco di mano galeotto, ma il direttore di gara decide che bisogna ancora continuare. La partita si conclude con la Salernitana ridotta in dieci complice la doppia ammonizione di Schiavi per protesta. Improta fallisce il colpo del 2 a 2 di testa su assist di Coda. Dopo 5^ di recupero finisce una partita che vede la Salernitana soccombere, punita dagli episodi ben oltre i propri demeriti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares