Vocesport.com
Home

Albanova, il diggì Vitale: “Mercato? Restiamo vigili, saremo competitivi”

albanova promozioneTorna a parlare l’avvocato Giuseppe Vitale. Ad un mese dalla conferenza stampa di presentazione, il direttore generale dell’Albanova Calcio analizza il lavoro svolto fin qui dalla società. Ecco le sue dichiarazioni.

Un mese dopo la conferenza stampa, di novità ce ne sono parecchie.
“In effetti la stagione 2016/17 è cominciata anche prima di quella conferenza stampa. Sapevamo delle numerose difficoltà che avremmo dovuto affrontare e, grazie ad un ottimo lavoro di squadra, pian piano le stiamo superando. Abbiamo innanzitutto sistemato l’aspetto amministrativo e il carteggio federale. Avuta la certezza della categoria, il presidente Zippo ha voluto affidare a mister Luigi Sanchez la guida tecnica della squadra, dopodiché sono cominciati i lavori di costruzione della rosa”.

Mister Sanchez lo scorso anno è stato autore di una stagione memorabile, vincendo il campionato con il RUS Vico, squadra che ai nastri di partenza non era tra le favorite. Cosa l’ha colpita di lui?
“Devo dire che le mie prime impressioni sono più che positive. E’ un tecnico giovane, ma avendo cominciato presto questo percorso vanta già una certa esperienza: ovunque abbia lavorato ha sempre raggiunto l’obiettivo prefissato. Per lui quindi parlano i fatti. E’ estremamente preparato, ma attendo di vederlo all’opera sul campo di gioco, ambiente che, per sua stessa ammissione, lo vede maggiormente a proprio agio”.

La campagna acquisti è stata di ottimo spessore. Possiamo dire di aver accontentato tutte le richieste del mister?
“Gli allenatori, soprattutto quelli bravi, sono incontentabili e tendono a manifestare il desiderio di allenare sempre calciatori migliori, ma questo rientra nel gioco delle parti. Ad onor del vero il mister è stato corretto ed è bastato veramente poco per intenderci. Posso dire che la rosa costruita sarà sicuramente competitiva”.

Può svelare la trattativa più complicata e se dobbiamo aspettarci altri acquisti?
“Non dobbiamo dimenticare che stiamo parlando di Promozione e non di categorie professionistiche. Fare riferimento a trattative mi sembra addirittura esagerato e comunque di complicato non c’è nulla. Il nostro è un metodo di lavoro semplice: il mister segnala i nominativi dei calciatori o i profili che ritiene siano funzionali al modello di gioco che intende adottare, il ds Palma contatta il calciatore e/o valuta eventuali prospetti utili alla nostra causa e si accerta della disponibilità, infine il presidente o il sottoscritto, dopo aver verificato la presenza di determinati requisiti, ne autorizzano il tesseramento. E’ un gioco di squadra, in cui anche una semplice idea viene condivisa: soltanto quando siamo tutti concordi si procede. Per quanto riguarda ulteriori tesseramenti, siamo sempre attenti ad eventuali occasioni. In particolare mi aspetto che Palma definisca al meglio la batteria degli under che faranno parte della prima squadra”.

Obiettivo stagionale?
“Prima di determinare il nostro target dobbiamo conoscere la composizione del girone, adesso è prematuro. Di certo, come detto in precedenza, riteniamo di aver allestito una rosa competitiva. Non dobbiamo dimenticare, però, che ci saranno società che hanno una capacità di fuoco notevolmente superiore alla nostra. Mi vengono in mente il Mondragone, il Bacoli, il Cicciano, la Maddalonese, il Casoria, lo Stasia. Questi sono tutti top team che hanno fatto o faranno colpi di mercato di notevole spessore. Anche il Villa Literno e la Maceratese hanno allestito delle ottime squadre. Non dobbiamo assolutamente dimenticare che rispetto a tutte queste società per noi è l’anno zero: siamo alla prima apparizione in Promozione. Ciononostante, tenuto conto delle nostre risorse, consapevoli della nostra serietà, forti della nostra organizzazione, fiduciosi della professionalità dei nostri tesserati, contiamo di recitare il ruolo di outsider, ma come ho detto adesso è impossibile fare una previsione. Ne riparliamo tra un mese. Di certo tutti partiranno per vincere, mica per salvarsi…”.

Il presidente Zippo ha ampliato notevolmente l’impianto della società: prima squadra, settore giovanile agonistico, scuola calcio.
“Giovanni Zippo qualche giorno fa mi faceva notare che ad oggi sono impegnate circa 300 persone, tra dirigenti, tecnici, calciatori e addetti. Un numero davvero notevole che testimonia la portata del progetto Albanova: occorre una struttura societaria di primo livello ed altamente organizzata per gestirlo. Io sono assorbito totalmente dalla prima squadra e dal settore giovanile agonistico. L’Albanova Foxes Academy è stata una creatura voluta fortemente dal presidente. Lui e il dg del Frosinone, il dottor Salvini, che ho avuto l’onore di conoscere di persona, hanno fondato il primo ed unico polo autorizzato del Frosinone in Campania, che vede impegnati in prima linea anche il fratello Giovanni e Pasquale Zoppi che ho incontrato per la prima volta quest’anno: un ragazzo in gamba e che farà strada”.

Ha citato Ernesto Salvini, diggì del Frosinone. Un altro dirigente importante, ovvero il dottor Pasquale Corvino, è stato qualche giorno fa a Casal di Principe.
“Innanzitutto faccio un grosso in bocca al lupo ai cugini per l’avventura che li vedrà senz’altro protagonisti nel campionato di Eccellenza. Il presidente Ongari ha avuto coraggio a portare il titolo del Gladiator 1924 fuori da Santa Maria Capua Vetere, ma se lo ha fatto è perché avrà avuto modo di valutare la serietà del dottor Umberto Diana, il quale ha colto l’occasione per rilanciare una categoria importante come l’Eccellenza a Casal di Principe. Fare il doppio salto dalla Prima Categoria alla guida del Futsal Pietramelara è impresa ardua, ma sono certo che con il sapiente lavoro dell’avvocato Umberto Di Tella, conoscitore di calcio e di calciatori, oltre che del ds Salvatore Diana, riusciranno ad allestire un’ottima squadra. Tornando a Corvino, confesso di essere sorpreso dell’intervento del dirigente della Casertana. Non già per l’adesione in qualità di presidente onorario, anzi la cosa è degna di nota e meritevole di plauso, ma per il fatto che un dirigente esperto e navigato come lui non sia a conoscenza del fatto che la società SC Real Albanova 2012 non esiste. Ad oggi lui è il presidente onorario della ASD Gladiator 1924”.

Chiarisca, se possibile
“Io stesso non credevo ai miei occhi, fino a quando mi hanno fatto vedere sul portale della LND che inserendo il nominativo Albanova esiste solo una società che si chiama ASD Albanova Calcio. Come detto non esiste alcuna SC Real Albanova 2012. Eppure ero convinto del contrario. Attualmente le uniche società riferibili ai cugini sono il Futsal Pietramelara in Prima categoria e la ASD Gladiator 1924 in Eccellenza. Sinceramente avrei continuato a dare poco peso a questa cosa, ma quando ho sentito dire al dottor Corvino che è onorato di essere il presidente onorario dell’Albanova, fotografato con sciarpe, stand e bandiere con su scritto “Albanova”, mi è sembrato doveroso informarlo che non esiste alcuna società denominata SC Real Albanova 2012. Ad oggi non vi è uno straccio di matricola federale con questo nome. Di fatto il dottor Corvino è il presidente onorario dell’Asd Gladiator 1924, società che lo scorso anno giocava in quel di Santa Maria Capua Vetere. Siamo di fronte ad un’invenzione giornalistica che sta generando enorme confusione. A parte questo equivoco, ribadisco la mia personale vicinanza al progetto dei cugini e spero vivamente che arrivino in alto”.

Al di là del calcio giocato, tante le iniziative nel sociale in casa Albanova.
“Il nostro capo dell’area marketing, il dottor Luca Coronella, sta facendo un lavoro eccezionale. Già sono tante le iniziative che abbiamo approvato, ma sono certo che con particolare riferimento a tematiche di carattere sociale saprà individuare idee utili e vantaggiose per la comunità: la famiglia Zippo ci tiene particolarmente”.

Inizio ufficiale della stagione?
“Il 16 agosto cominceranno gli allenamenti agli ordini di mister Sanchez e del suo staff tecnico, dopo che gli atleti avranno svolto le visite mediche con l’equipe del dottor Franco Petrillo, responsabile dell’area medica dell’Albanova Calcio. Il prof Tonziello, nostro preparatore atletico, ha comunque dato un programma di lavoro ai calciatori che si articolerà in quattro settimane di sedute propedeutiche all’inizio del ritiro”.

Un particolare ringraziamento?
“Ne devo fare due: ad Antonio Di Caterino e ad Emanuele Pirozzi. Si stanno facendo in quattro per la causa e sono davvero inesauribili. Loro sono i nostri veri top player”.

fontE: notiziario calcio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares