Vocesport.com
Home

Sannino-Fabiani: un mese fa il connubio nato all’ombra di Inzaghi

sannino-744x445OSannino-Fabiani, metti una sera a cena al cospetto del team manager Salvatore Avallone e di Alberto Bianchi. Non più tardi di un mese fa, il d.s. granata aveva già sondato il tecnico di Ottaviano, illustrandogli il “progetto” Salernitana e cominciando già ad immaginare una bozza di squadra corrispondente alle idee del tecnico napoletano. L’idea di affidare la Salernitana a Sannino era già balenata tempo addietro nei piani dell’esperto direttore sportivo, pronto ad accantonarla in vista dell’arrivo imninente di Inzaghi, voluto da Lotito, per poi riproporla in caso di sopravvivenze. Così è stato: il caso Bielsa ha ricondotto Inzaghi a Roma, liberando la strada a Giuseppe Sannino, data la necessità da parte del copatron Mezzaroma di far valere quanto detto a fine campionato: non possiamo dipendere dalla Lazio, non c’è alcuna subalternità”. La brutta figura rimediata a Roma e, di riflesso, a Salerno,hanno fatto desistere dal proposito personale, Claudio Lotito,che messo alle strette, ha dovuto accettare la scelta imposta da Mezzaroma e Fabiani. Ora, a distanza di un mese, quell’idea tattica è nuovamente emersa, pronta a prendere fisionomia con l’ingaggio di calciatori da tempo segnati in rosso a tavola in una notte di metà Giugno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares