Vocesport.com
Home

Duttilità tattica e verve agonistica: ecco il profilo di Lorenzo Laverone

Lorenzo_LaveroneLorenzo Laverone, di professione terzino destro, ma in grado di ricoprire anche i ruoli di esterno di centrocampo o nel tridente offensivo, ha cominciato la propria avventura nella Colligiana, squadra nella quale conquista la promozione in serie C2 (collezionando 32 presenze). Laureatosi in Economia Aziendale nel 2014, il “dottore” della fascia, a seguito dell’esperienza in serie D, comincia la scalata nel calcio professionistico all’Arezzo nella stagione 2009-2010, che gli vale da trampolino di lancio verso la Reggina. Sullo stretto, Laverone è lanciato da mister Atzori che lo impiega esterno nel 3-5-2, consentendo al calciatore di mettersi in evidenza, tanto da guadagnarsi la convocazione nella Nazionale Under 21. Dal 2011 al 2013 Laverone fa da spola tra Sassuolo e la Nocerina: ingaggiato dai neroverdi durante il calciomercato estivo, in quel di Gennaio passa a titolo temporaneo alla formazione di mister Auteri, segnando una doppietta nella trasferta di Grosseto. All’esito dell’esperienza con la maglia rossonera, Laverone torna alla “casa madre” conquistando sotto la guida di Eusebio di Francesco la storica promozione degli emiliani in massima serie. Di poi, l’esterno si trasferisce a Varese per poi disputare le ultime due stagioni al Vicenza ove colleziona ben 66 presenze, mettendo a segno una rete. La verve atletica e la duttilità di Laverone costituiranno una dote importante per mister Inzaghi sulla corsia di destra. Trattasi, dunque, di un elemento poliedrico ed in grado di ricoprire più ruoli: ossigeno puro su di una corsia che ha visto più volte i precedenti colleghi dell’attuale, mostrare più di qualche acciacco fisico sul medesimo out di competenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares