Vocesport.com
Home

Bielsa ed il comunicato/ultimatum. Salernitana attaccata al satellite

bielsaInterruzione della comunicazione sull’asse Roma-Argentina. La Lazio con uno scarno comunicato stampa, emesso e redatto dal responsabile De Martino, ha ufficializzato l’ingaggio del “Loco” Bielsa quale neo allenatore della formazione biancoceleste. “Come emerso dalle notizie date dai media, la S.S. Lazio comunica di aver già depositato il contratto del Sig. Marcelo Bielsa e dei suoi collaboratori. La Società comunica altresì che, come da comunicazione ricevuta, il mister ed il suo staff saranno a Roma nella giornata di sabato 09 luglio”. Secondo copione, la società biancoceleste anche attraverso il proprio legale di fiducia, Gentile, lascia trapelare una certa serenità sul futuro tecnico della Lazio. ” Non c’è da preoccuparsi, il suo contratto è stato depositato da giorni e Bielsa arriverà sabato-ha dichiarato l’avv. Gentile al quotidiano La Repubblica- C’era un programma per quanto riguarda il suo arrivo, che stanotte è stato confermato con uno scambio di mail tra lui e il presidente Lotito. Posso confermare dunque che arriverà sabato mattina, per dormire poi la sera nel centro sportivo di Formello e partire regolarmente domenica mattina per il ritiro di Auronzo di Cadore con la squadra”. Tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare o meglio un oceano di incomprensioni, tensioni e cambi di umore. Il fuoco cova sotto la cenere: Marcelo Bielsa è sempre più intenzionato a restare in patria, invogliato a subentrare alla guida della sua Nazionale, la “celeste” che al momento rappresenta una delle rappresentative più forti al mondo per l’elevato tasso tecnico dei componenti in dotazione organica. Bielsa ci sta pensando. Sul versante italiano, invece Lotito deroga dalle numerose clausole apposte sul contratto, che consentirebbero al “Loco” di poter risolvere il negozio giuridico in essere in qualsiasi momento. ” Se entro Sabato non sarà a Roma, lo porterò in Tribunale”, questo l’input di Lotito, convinto per effetto del medesimo comunicato su citato, di poter far valere il contratto già firmato dal tecnico argentino come jolly a proprio favore. Nel frattempo tra uno screzio e l’altro, l’interruzione delle comunicazioni su sponda Lazio ha di fatto prodotto un disturbo del segnale per quanto attiene il “satellite” Salernitana. Se Roma piange, Salerno non ride, trovandosi congelata, ibernata, in attesa dell’ufficializzazione da tempo prefigurata di Inzaghi, che al contempo lavora per l’allestimento della prossima compagine di serie B ma risulta allo stesso modo proteso a potere ritornare di nuovo alla guida dell’Aquila in caso di “niet” confermato da Marcelo Bielsa. Lazio e Salernitana restano pertanto alla finestra, figurando quali uniche compagini nel professionismo ad avere la panchina ancora priva di un custode. Qualcosa in più del fattore imponderabile sta condizionando in negativo una stagione che sarebbe (il condizionale è d’obbligo) dovuta partire all’insegna della normalità su entrambe le sponde. Ma tant’è, se queste sono le solide realtà…..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares