Vocesport.com
Home

Radunovic, Donkor e Asmah: l’Avellino sempre più straniero

camaraTre belgi, un guineense, due ghanesi e un serbo. L’Avellino che verrà, parlerà straniero con le lingue francofone a farla da padrona. Benjamin Mokulu e Mohamed Soumaré sono pronti ad accogliere il loro connazionale Stephane Omeonga, che accrescerà la colonia di nazionali belgi in biancoverde. Che poi, a voler essere pignoli, Soumaré è nato a Conakry in Guinea, mentre Mokulu è in possesso anche della nazionalità congolese.

Corposa la batteria di calciatori provenienti dal continente nero. La Guinea-Bissau sarà rappresentata da Idrissa Camarà, attaccante esterno classe ’93 proveniente dalla serie D disputata alla Correggese e da un lungo girovagare tra Belgio (Visè), Portogallo (Chaves) e Senegal (Lusitana). Nel suo Paese, il neoacquisto biancoverde è quasi un’istituzione e la convocazione per la Coppa d’Africa, in programma ad inizio 2017, sarà una logica conseguenza.

Il Ghana avrà, invece, due interpreti. Il primo è Isaac Donkor, classe ’95 in arrivo a titolo temporaneo dall’Inter. Nato a Kumasi, è in Italia già da diversi anni. Il Padova lo prelevò nel 2008 dall’Ogliano, due anni più tardi il trasferimento nella cantera dell’Inter. La scorsa stagione Donkor ha disputato il primo campionato nei professionisti, al Bari, in serie B. Ora l’Irpinia. Con lui ci sarà anche Patrick Kojo Asmah, classe ’96. Esterno mancino di difesa, adattabile sulla linea dei centrocampisti, l’Atalanta lo ha prelevato a febbraio dal BA Stars, aggregandolo alla formazione Primavera.

Chiude il cerchio il serbo Boris Radunovic, altro classe ’96 proveniente dall’Atalanta. Nato a Belgrado e nazionale Under 21 del suo Paese. Dopo una lunga militanza nel settore giovanile della Rad Belgrado, il trasferimento a Bergamo nell’estate dello scorso anno e l’esordio in serie A nell’ultimo atto dell’ultima stagione.
fontE: tuttoavellino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares