Vocesport.com
Home

De Laurentiis: “Higuain resta, così come Koulibaly. Anticiperò i soldi per il S.Paolo”

sarri delaurentiisIl presidente De Laurentiis ha parlato in esclusiva ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato da Tuttonapoli.net: “Auguri al sindaco, gli ho portato anche fortuna perchè gli dissi che avrebbe vinto con un grande vantaggio. Napoli è difficile da governare, non si può cambiare sempre. Ora bisogna trovare un punto di distensione tra Renzi e De Magistris, se quest’ultimo me lo consentirà, per l’interesse di Napoli. Ringrazio il sindaco De Magistris per aver festeggiato la sua candidatura con indosso la maglia del Napoli, celebrando anche il mio lavoro. Il numero sulla schiena sta a dimostrare non che sia il numero uno, ma per dire che è il portiere di questa meravigliosa città, per parare tutte le difficoltà. I napoletani non sono secondi a nessuno e non possono esserlo, tutti dobbiamo lavorare in questa direzione.

Stadio da Champions? Lo ringrazio intanto per i 25mln di credito sportivo, ma non arriveranno prima di novembre, così mi dice l’assessore allo sport Borriello. Mi sono vergognato quando giocammo la Champions per la prima volta e i presidenti delle squadre avversarie si guardavano intorno spaesati. Se De Magistris sarà al mio fianco, io anticiperò quache milione di euro per agire già dalla prossima settimana per quaranta giorni per rimettere a posto, lavorando giorno e notte, diverse cose. C’è bisogno di alcune migliorie fondamentali per il San Paolo. Innanzitutto bisogna modificare l’impianto degli spogliatoi degli ospiti. In secondo luogo bisogna provvedere al garage d’entrata e alla tribuna autorità e quella d’onore. Infine c’è da preoccuparsi per i servizi igienici che mancano del tutto in alcune zone, ma anche per i giornalisti esteri fare da capo la tribuna stampa. Io sono disponibile, ma bisogna svilire la burocrazia e trovare accordi veloci. Noi abbiamo voglia di fare, ma siamo sempre rallentati.

Koulibaly? Non ce l’ho con lui e gli auguro di poter festeggiare tanti altri compleanni, altri 100. Io non ho mai litigato con lui, lui non ha rispettato qualche paragrafo dei nostri impegni e quindi sarà materiale dei nostri avvocati e dei suoi avvocati. Poi quello che sarà sarà, ma lui resterà con noi per altri tre anni, poi se vorrà rinnovare per arrivare a cinque lo faremo, provando ognuno ad accontentarsi. Non si deve solo dire ‘non lo accontentate’ ma è una malattia del mondo del calcio, i contratti sono sempre bilaterali ma non entra nella testa delle persone. Non esiste solo l’io, io io, ma c’è il noi, noi, noi.

Higuain ha detto ai tifosi di stare tranquilli? Che bello vederlo segnare e gioire come se stesse indossando la maglia azzurra. E’ un fuoriclasse perchè gioca per il piacere di fare gol, che rende vero ogni attaccante che si rispetti. Se le sue parole sono sincere, giocherà per il Napoli. Io sono pronto per prolungargli il contratto per altri cinque anni. I furbi punterebbero ad un rinnovo di un anno, cinque anni sono lunghi, ma io sono così affezionato come uomo e come calciatore al Pipita ed alla sua famiglia che vorrei rimanesse a Napoli per sempre.

Hamsik dice che è pronto a restare? Il procuratore ha chiesto un ulteriore ritocco all’ingaggio dopo il precedente aumento, ma noi non siamo una banca. Anche noi in società abbiamo il dovere di rispettare il budget imposto a inizio stagione. Io inizio l’anno già sapendo che perderò almeno dieci milioni di euro. Ci siederemo con Marek, ma al momento non voglio distrarre Marek dai suoi impegni in Nazionale e quindi gli dico di stare tranquillo e segnare e farci godere perchè è un orgoglio per me vederli segnare ovunque.

Insigne? Mi auguro che giochi. Mi rivolgo a Conte sperando che lo lanci in campo. Sicuramente non se ne pentirà.

Mercato? Non faccio nomi, sono scaramantico. Bisogna rinforzare il centrocampo, ci sono tante opportunità ma non convincerò in prima persona i giocatori che non vogliono indossare l’azzurro, chi non vuole venire stia a casa sua. Io ho scelto Napoli e rifiutato l’America dove ho una casa a Los Angeles e tanti impegni cinematografici lì. Anzi, ho visto una bella casa a Napoli che mi piace moltissimo e che quando mi faranno arrabbiare mi caricherà di energia napoletana camminare tra delle mura storiche. Tutte le altre società si stanno rinforzando e lo faremo anche noi. Noi non dobbiamo preoccuparci di nessuno, ed è anche giusto lasciare un po’ di mistero per tenere sulle spine i tifosi.

Sarri? Il suo rinnovo era scontato. Non ho avuto nemmeno un dubbio nel riconfermarlo”.
fontE: tuttonapoli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares