Vocesport.com
Home

Passa la linea Lotito: Inzaghi allenatore in pectore. Lunedì l’annuncio

simone-inzaghi-lazio-youth_1s1wwmafzu5l10va7cd4bw7jkNon c’è più alcun dubbio: Claudio Lotito, a differenza di quanto accaduto la scorsa stagione, fin dall’inizio porrà in essere le scelte tecniche, assumendosene in toto la responsabilità e la titolarità. Rispetto a due anni addietro, allorquando il copatron lasciò fare il ds Fabiani, dapprima con la scelta di Somma (salvo poi chiamare sulla toda della nave, mister Menichini per intercessione di Tare) e successivamente con quella (rivelatasi fallimentare) di Vincenzo Torrente, il nuovo tecnico sarà scelto in prima persona dalla proprietà. Come accaduto con Perrone, inviato a Salerno per riportare l’allora Salerno Calcio nel calcio professionistico, attraversando l’inferno della quarta serie,  Lotito si riproporrà in prima fila scegliendo il tecnico da cui ripartire per un campionato di serie B in grado di regalare maggiori soddisfazioni e meno patemi d’animo alla tifoseria granata. Simone Inzaghi, che a Salerno ha legato da calciatore i suoi ricordi nel famoso Piacenza-Salerno del 1999, avrà il compito di rifondare ed assemblare una squadra capace di ben figurare nella seconda divisione del campionato italiano. Dopo aver saggiato la panchina della Lazio per ben dieci giornate di campionato, essersi “fatto le ossa” tra le fila delle giovanili della formazione bianco-celeste, Inzaghi ripartirà dal professionismo, seppur da una serie minore con l’intenzione di far dimenticare i patemi d’animo della scorsa stagione. Lunedì prossimo, a Villa San Sebastiano, al cospetto di Lotito e del ds Fabiani, “inzaghino” apporrà la firma in calce ad un contratto biennale ed avrà alle dipendenze gran parte dello staff tecnico che ha accompagnato mister Menichini nella seconda parte della scorsa stagione, ovvero il preparatore atletico Ferrini e l’ormai storico preparatore dei portieri Gigi Genovese. L’unica eccezione dovrebbe essere costituita da Farris, ex calciatore ed allenatore del Pomigliano, squadra che nella stagione 2011-2012 affrontò il “neonato” Salerno Calcio del duo Lotito-Mezzaroma. Con Inzaghi, potrebbe far ritorno a Salerno, l’attaccante australiano Oikonomidis (già avuto alle dipendenze) e quel plotone di calciatori transitati a “Formello”, già di ritorno dalle esperienze vissute in differenti squadre militanti in cadetteria con un anno in più d’esperienza alle proprie spalle. Lunedì, dunque, Inzaghi potrebbe essere ufficialmente investito della carica per poi lasciar spazio in settimana all’annuncio ufficiale, questa volta (come accaduto con Sanderra e Perrone) con il mentore, Claudio Lotito alla propria destra.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares