Vocesport.com
Home

Inzaghi sotto l’ombrellone. Uno tra Donnarumma e Coda verso il “sacrificio”?

DSC_6942Niente di nuovo sotto il sole. Quello di Formentera, ove sotto l’ombrellone il giovane allenatore della Primavera della Lazio, già debuttante in massima seria sulla panchina bianco celeste in sostituzione di Pioli, resta in attesa di una chiamata da parte di patron Lotito. Quest’ultimo, dato il recente flop di Torrente, sceglierà personalmente il condottiero. Invero, Lotito ha già scelto, ma si riserva di “conservare” un posto sulla panchina della Lazio all’ex attaccante del Piacenza, salvo poi “inviarlo” a Salerno, qualora la trattativa con Bielsa dovesse andare a buon fine. Con Inzaghi Junior, assertore del 4-3-3, uno tra Coda e Donnarumma risulterebbe essere di troppo. L’ex attaccante del Teramo a sua volta chiede garanzie tecniche e di gestione e l’eventuale scelta di un tecnico adottante un determinato credo tattico, determinerebbe consecutivamente il sacrificio di uno dei componenti di una coppia da trenta goal stagionali. L’Avellino ha già fatto un sondaggio, dopo aver “pescato” a Salerno, Gatto per intercessione dell’Atalanta (proprietaria del cartellino dell’ormai ex esterno granata. Il d.s. Fabiani, di fatto confermato ma con poteri limitati (?), spinge per uno tra Di Canio (reduce da una salvezza in corsa ottenuta sulla panchina dell’udinese) e l’ambizioso Nicola, già avuto alle proprie dipendenze quale allenatore. In attesa di una telefonata, Inzaghi attende, Fabiani scruta le possibili alternative: le due anime della Salernitana cominciano da dove avevano lasciato, la speranza è che per quest’anno ci sia maggiore unità di intenti…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares