Vocesport.com
Home

Lanciano, Maragliulo: “A Salerno dovremo dare l’anima, poi quello che verrà, verrà…”

maragliulo lancianoIn vista dell’improba gara di ritorno della sfida play-out contro la Salernitana, in programma domani all’Arechi, Primo Maragliulo, tecnico della Virtus Lanciano, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni nel corso della conferenza stampa: “Al termine della gara di andata ho subito critiche giustissime, ma non sopporto che si dicano delle fandonie… Io non so se qualcuno non conosce la situazione del Lanciano, o questa gli è stata riferita in modo diverso, però dire che si è sbagliata la formazione, che abbiamo sbagliato tutto, evidenzia che certa gente non è informata… Semplicemente perchè sabato la squadra era quella e non ci potevano essere alternative di formazione… In panchina c’erano tre giocatori, poi subentrati, che non erano nelle condizioni di giocare dall’inizio… Poi vi voglio elencare gli altri che erano in panchina: King, classe ’97, zero presenze; Di Benedetto, anche lui, prima del mio avvento, zero presenze; Di Filippo, giocatore che meriterebbe più considerazione, ma anche lui con pochissima esperienza; Di Nicola, classe ’96, idem con patate. E’ giusto che la gente sappia queste cose, così evita di scrivere stupidaggini… Mancavano tre elementi fondamentali: Giandonato, Ferrari e Di Francesco. Nel corso della stagione Ferrari ha siglato 9 reti, Di Francesco 8, mentre Giandonato è sempre stata una buonissima alternativa a Bacinovic.”. Prosegue il mister dei frentani: “La squadra era quella… Io ho sempre accettato di tutto e di più… Ho preso elogi e critiche… Ma serve sempre equilibrio da parte di tutti, così come io devo trasmettere equilibrio alla squadra… Con tutti i miei limiti, ho conquistato 26 punti in 18 gare… Virtualmente ho portato la squadra in salvo… Vorrei che nessuno lo dimenticasse… Dobbiamo lodare questa società che, pur compiendo errori, ha cercato di rimediare ed ha consentito ad una piccola realtà come Lanciano di restare 4 anni in serie B… Siamo tutti consapevoli che al 95% c’è la possibilità di retrocedere in Lega Pro, ma credo che tutti debbano sperare nella permanenza di questa società… Io accetto tutte le critiche, ma quando mi si tocca la squadra e non si dice la verità occorre mettere i puntini sulle i… I ragazzi hanno fatto, comunque, qualcosa di straordinario…”. Sulla gara di domani: “Sarà fondamentale cambiare atteggiamento, altrimenti è inutile parlare di schemi di gioco… Dobbiamo andare là con la testa giusta, consci che sarà difficilissimo, ma che dovremo dare l’anima… Poi quello che verrà, verrà…”.
fontE: tuttob/virtuslanciano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares