Vocesport.com
Home

Vince Baronissi: 3-0 al Casal de’ Pazzi, P2P in finalissima per la B1

gioia p2p-casaldepazzi
Missione compiuta. La Due Principati batte Casal de’ Pazzi 3-0 al Pala Irno (esaurito in ogni ordine di posto) e regala al presidente Montuori che c’ha sempre creduto la finalissima per la B1. Baronissi dovrà affrontare le sarde di Palau con il fattore campo di nuovo a favore. Si comincia domenica 5 giugno alle ore 18, si replica in Sardegna l’8 giugno, eventuale bella a Baronissi il 12 giugno.
La cronaca – E’ gara-3 di semifinale, la partita decisiva, e i due coach se la giocano con i sestetti tradizionali. Casal de’ Pazzi si presenta con la diagonale Scola-Gatta, schiacciatrici Pietrini e Tanase, al centro Martinelli e Poggi. Libero Scognamillo. La Due Principati è in formazione tipo. Coach Veglia riparte da del Vaglio in regia e capitan Pericolo opposto, in banda Armonia e Caputo, centrali Abbruzzo e Gagliardi. Libero Lanari.
Battuta tattica e mano che non trema in attacco: così la Due Principati passa al comando delle operazioni nel primo set e raggiunge il primo tempo tecnico in vantaggio di 4 punti (8-4). Baronissi rimpingua lo scarto a metà set: il tap-in di Abbruzzo frutta il +5 (10-5) e Casal de’ Pazzi si rifugia nel time out. Dopo qualche combinazione sotto rete che meriterebbe miglior sorte, la centrale della P2P va a prendersi la responsabilità del muro solitario e pesantissimo su Pietrini e poi spinge Baronissi di nuovo sul +5 fiaccando in primo tempo l’opposizione di Martinelli (13-8). Casal de’ Pazzi ricuce con pazienza il primo strappo importante del set e piazza il contro break che può far male: 1-5 e 14-13 nel parziale. L’ossigeno per la P2P, però, arriva dal muro di Gagliardi, dal fallo in palleggio fischiato alla laziale Scola e soprattutto dall’ace più mani fuori del capitano delle irnine, Anna Pericolo (19-15). C’è Armonia feroce in posto 4 per il diagonale del 20-17 ma c’è anche Pietrini che nell’altra metà campo riapre i giochi infilando due punti consecutivi. Si entra nella fase clou, Casal de’ Pazzi cerca e trova l’aggancio a quota 20, il pallone bolle ma Pericolo ruggisce e trova tre punti d’oro. Sbaglia anche Scola in battuta e la Due Principati vola sul 24-21 che poi si trasforma nel definitivo 25-23 che manda agli archivi il primo parziale, grazie al primo tempo di Gagliardi.
L’equilibrio regna sovrano in avvio di secondo set. Parte meglio Casal de’ Pazzi ma la pipe di Armonia stoppa tutto (5 pari), seguita dal secondo tocco di del Vaglio e dall’errore in battuta della palleggiatrice romana, Scola. Così arriva un vantaggio striminzito ma di platino per la Due Principati al primo tempo imposto (8-7), poi rafforzato dal primo tempo di Abbruzzo e dall’ace di del Vaglio (10-7). Tre errori in battuta della P2P tengono a galla Casal de’ Pazzi e impediscono alle ragazze di coach Veglia di legittimare nel punteggio la supremazia di gioco. Sbaglia al servizio, però, anche Pietrini e Baronissi si ripresenta in vantaggio (16-15) al secondo tempo tecnico. Il parziale è in bilico ma la P2P non vuole mollarlo: rimonta il 18-20, sorpassa con muro di Abbruzzo e del Vaglio su Pietrini, allunga con il mani fuori di Pericolo e poi col muro di Gagliardi su Chillon. E’ 23-20 ma Casal de’ Pazzi prova a rientrare e accorcia sul -1 (23-22). Poi Pietrini spara sulla banda il colpo del possibile pareggio, D’Arco, subentrata a Caputo, trova il mani fuori (ma è rete, a giudizio dei direttori di gara) e Caputo risolve con il pallonetto che si spegne tra zona 2 e 3. Stesso risultato del primo set: 25-23, Baronissi avanti 2-0.
Il terzo set comincia con il muro e il lungolinea di Pericolo; prosegue con il muro di Armonia e il secondo tocco di del Vagio, un tap-in che consente alla Due Principati di allungare sull’8-5 al primo time out tecnico. Accelera Baronissi, diventa quasi perfetta a muro, perché del Vaglio neutralizza Tanase e Gagliardi chiude la porta in faccia a Gatta e poi a Tanase (13-6). Casal de’ Pazzi è lontana ma non troppo. Piazza, infatti, un contro break (1-5) e coach Veglia deve spendere il suo primo time per riordinare le idee (14-11). Il piano inclinato, sul 14-13, lo ribalta capitan Pericolo che trova in diagonale il quindicesimo punto, seguita a ruota da Graziana Caputo (16-13). E’ in ascesa la P2P: fa 17 con Gagliardi a muro e poi infila con Caputo in diagonale e Armonia su ace i punti del+5 e +6 (19-13). Il massimo vantaggio è ripristinato da Pericolo (20-13), poi Armonia pesca un altro, preziosissimo ace. Casal de’ Pazzi non ne ha più e spara out la battuta del 25-16 che manda in paradiso la Due Principati. E’ festa a Baronissi, “Il cielo è sempre più blu”: 500 persone cantano sulle note di Rino Gaetano.

31 maggio 2016 Ufficio Stampa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares