Vocesport.com
Home

Lanciano, mister Maragliulo: “Sarà una grande battaglia

maragliulo virtus lancianoIl tecnico dei frentani Primo Maragliulo, alla vigilia sulla discussione sul deferimento che potrebbe stravolgere nuovamente la classifica di Serie B, torna a parlare con la stampa e lo fa con quella serenità e tranquillità che oramai sono il suo tratto distintivo: “Abbiamo altri 3 giorni per arrivare nella maniera perfetta ad affrontare la partita con la Salernitana. Siamo sereni, c’è questa grande fortuna di lavorare in un ambiente sano e sereno. Abbiamo avuto in settimana anche il supporto dei tifosi che ci sono venuti a trovare e ci hanno spronato a dare il massimo. Ci ha fatto molto piacere, anche se da parte mia, non dico ce ne sia bisogno, ma quando ci sono queste partite ci si carica senza nessuno stimolo”.

Influisce sulla squadra l’attesa del pronunciamento sul deferimento? “No, nella maniera più assoluta. Quando siamo tornati da Livorno e abbiamo ripreso gli allenamenti ci siamo imposti con i ragazzi di non toccare più l’argomento e non l’abbiamo fatto. Come ho detto in tutte le altre occasioni per tutto il resto ci sono le persone addette ai lavori. Il nostro dobbiamo farlo sul campo, prima preparandoci bene e poi affrontando la gara”.

Che tipo di gara si aspetta? Pensate alla possibilità di chiudere il discorso salvezza già nella gara di casa? “Sarebbe il massimo e la convinzione deve essere questa. Però è normale che non sia una partita come tutte le altre. Sia noi che la Salernitana abbiamo lo stesso obiettivo e ce lo giochiamo in due partite. Giocando la prima in casa e dovendo noi vincerne una delle due, mi auguro che la squadra giochi per ottenere questo risultato. Non dobbiamo assolutamente dimenticarci però che difronte avremo una squadra agguerrita che farà di tutto per portare a casa la salvezza. Sarà una grande battaglia”.

Nei play-off ci sono state finora tutte vittorie esterne. Che idea si è fatto? “Chiaramente quello che si può pensare è che le squadre che hanno giocato fuori casa, specialmente nelle partite secche, hanno giocato con serenità, sapendo di non poter fare altro. Tante volte in base alle situazioni ci si può accontentare del pareggio o utilizzare giocatori diversi, invece essendo una partita unica e dovendo vincere per forza non ci siano altre alternative. L’avere un solo obiettivo ha portato le squadre in trasferta ad essere vincente”.

Peseranno le assenze per squalifica? “E’ un dato di fatto, sappiamo che abbiamo 3 squalificati per il momento. C’è anche il ricorso per quanto riguarda Ferrari. In questo momento dobbiamo fare di necessità virtù. Ci sono coloro che li sostituiranno, che magari durante il campionato non hanno avuto grandissimo spazio e non vedono secondo me l’ora di scendere in campo. Magari si può puntare anche su questo incentivo che avranno per dimostrare che ogliono bene al Lanciano e fare qualcosa di importante per guidare la squadra alla vittoria”.

Si affidertà più all’esperienza o alla gioventù per affrontare questo spareggio? “La verità è che non ho tanta scelta, ma non per sminuire il valore dei ragazzi, però credo che veramente in questo momento non si possa essere ipocriti. Gli uomini sono quelli, inutile girarci intorno”.

Aquilanti sarà arruolabile per il doppio confronto con la Salernitana? “Aquilanti recupera. Ha ripreso ad allenarsi da ieri, bisognerà valutarne la condizione fisica”.

Come sta vedendo Bonazzoli in questi giorni? “Bene, come l’ho sempre visto. Sapete che lo ammiro molto e per lui prevedo un grande futuro. Mi auguro che quanto di buono esprimiamo su di lui possa metterlo in campo nel momento che verrà chiamato in causa”.

Con l’inserimento di Bonazzoli al posto di Ferrari cambierà qualcosa nell’assetto tattico? “Federico tatticamente e come ruolo è la controfigura di Nicola. Sotto questo aspetto non cambierebbe niente. E’ chiaro che stiamo parlando di un giocatore che ha 32 anni con una certa esperienza e di un ’97 con tantissime qualità che deve ancora dimostrare. Dopodomani si saprà sul ricorso su Ferrari”.

Come pensa di ovviare all’assenza di Di Francesco? “In quest’ambito ci sono diverse soluzioni. E’ una situazione che sto valutando bene provando diverse alternative. In linea di massima posso dire che possono essere 2 o 3 le alternative. Non sarà comunque la stessa cosa, chiunque giocherà in quel ruolo. Di Francesco ha caratteristiche che in squadra probabilmente non ha nessuno”.

fontE: tuttob/virtuslanciano foto: federico gaetano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares