Vocesport.com
Home

Coda-Lanciano: un conto aperto dal 2012….

coda massimoMassimo Coda, bomber della Salernitana con 15 reti all’attivo, ritroverà ( Collegio di Garanzia permettendo), Sabato prossimo al “Biondi”, quel Lanciano a cui è legato il nostalgico ricordo del 2012. Allora, il giovane attaccante passato dal Bologna alla corte di mister Sottil in quel di Siracusa, affrontò i frentani nel doppio match valevole per la qualificazione alla finale play off: in quell’occasione la squadra abruzzese ebbe la meglio, per effetto del 2-2 al “Biondi” a cui fece da seguito la vittoria in terra siciliana. All’esito di quella stagione, Coda realizzò due soli reti in 14 partite, una delle quali proprio ai danni dei frentani. In questa stagione, il bomber di Cava dè Tirreni s’è sbloccato al “Biondi” siglando la sua prima doppietta in campionato, di poi, dilapidata dai colpi del salernitano Piccolo e dai soliti svarioni della difesa granata. Il ricordo di quella semifinale play-off, che consentì al Lanciano di affrontare e battere in finale il Trapani, è rimasto ancora fervido nella mente di Coda, desideroso di impreziosire la dote della regular season, siglando delle reti che saldino il conto con il passato e regalino alla formazione granata un obiettivo importante quale la permanenza in cadetteria. Coda-Lanciano: corsi e ricorsi storici, ma questa volta a parti invertite per regalare e regalarsi quel colpo di coda, magari su assist di Gatto, in grado di mettere nel sacco una salvezza agognata…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares