Vocesport.com
Home

Real Poggiomarino: si inizia a progettare il futuro!

asd_real_poggiomarinoConclusa la stagione 2015/2016, nel migliore dei modi, con il raggiungimento della tanto agognata salvezza, in casa Real Poggiomarino è tempo di progettare e programmare, in vista della prossima annata. Il sodalizio capeggiato dal Presidente Gianluca Filosa, il Vice Presidente Nicola Vitiello e il Direttore Sportivo Valentino Perrino, si sta già adoperando, per far si che la favola del calcio a Poggiomarino possa proseguire, anche per il futuro. Tanti sono gli sforzi sostenuti, il Presidente Filosa, tra un mare di difficoltà, sta onorando tutti gli impegni assunti, per far si che la città di Poggiomarino non sia privata di questa grande realtà, ormai consolidata sul territorio.
Il direttore sportivo Valentino Perrino, ha risposto ad alcune domande, con l’intento di evidenziare la situazione passata ed attuale del Real Poggiomarino.
D. “La stagione 2015/2016 è andata ormai in archivio, dopo un inizio difficile è arrivata la salvezza, voi ci avete sempre creduto, anche quando la squadra era sul fondo?”.
R. “Si, siamo partiti male, sia per scelte tecniche sbagliate di cui mi assumo le mie responsabilità, ma soprattutto siamo stati condizionati dalla problematica del fattore campo che, nella prima parte di stagione, ci ha fortemente penalizzato. Siamo stati costretti a girovagare per tutta l’area vesuviana, rimettendoci molti soldi, visto che lo Stadio “Europa” di Poggiomarino ci è stato affidato soltanto nei primi mesi del 2016, compiendo uno sforzo enorme, inoltre, per riaprire il campo e dare la possibilità a tutte le associazioni del territorio di poterne usufruire”.
D. “A chi va dato il merito di aver risollevato la squadra? Quanto il cambio della guida tecnica ha influito?”.
R. “Il merito va a tutti, alla società in primis che non ha fatto mai mancare nulla, è stata vicina alla squadra sempre, anche nei momenti più bui, poi ai ragazzi hanno dimostrato grande attaccamento alla causa, allenandosi sempre a mille, e, per finire, al mister che, da persona saggia, ha sempre predicato calma, riuscendo, in pochi mesi dal suo arrivo, a creare un gruppo che, nella mia piccola esperienza, non ho mai visto e mai avuto, un gruppo che posso definire eccezionale. Mister Nocera è una persona preparata, esperta, grande motivatore, sicuramente ha avuto a disposizione una rosa molto competitiva, seppur incompleta, visto che non abbiamo avuto una vera prima punta di peso, per cui credo che il cambio di allenatore, alla fine, sia stato importante e sia servito”.
D. “Quali sono i programmi per la prossima stagione?”.
R. “In società, per il prossimo anno, abbiamo deciso che la figura di Ds non sarà più ricoperta da me, verrà affidata ad una persona esterna, io mi dedicherò alla coordinazione del settore giovanile, restando vicino alla prima squadra, poiché comunque sono un socio”.
D. “L’allenatore sarà riconfermato?”.
R. “Nocera è stato già riconfermato, noi, come nostra abitudine, quando incontriamo le pedine giuste non ce le facciamo sicuramente scappare”.
D. “State portando avanti un progetto importante qui a Poggiomarino, già da alcuni anni, siete ormai una realtà consolidata, quanti sacrifici comporta e quanto ci sarebbe bisogno di una mano, sia delle istituzioni che della classe imprenditoriale?”.
R. “”Al momento non so cosa dire, noi da alcuni anni stiamo portanti avanti questa società, attualmente la prima squadra del paese, per la categoria in cui milita, tuttavia questi sforzi dobbiamo affrontarli da soli ogni anno, non avendo alcun tipo di aiuto da parte dell’amministrazione e nemmeno dagli imprenditori locali. Possiamo contare soltanto su alcuni, pochissimi sponsor, che si trovano in altre città. Nonostante, stiamo cercando e dando un immagine positiva alla città di Poggiomarino, mantenendo sempre gli impegni presi, e siamo seguiti da molti appassionati, non riusciamo ad avere quel contributo, fondamentale per portare avanti questa realtà. A dimostrazione della nostra crescita e programmazione, negli ultimi anni abbiamo organizzato una scuola calcio, il Boca Soccer, un ottimo settore giovanile. Ne approfitto per lanciare un invito agli imprenditori locali a sostenerci, per portare avanti questa squadra, anche con un piccolo aiuto si potrebbe crescere ulteriormente e fare molto di più. Il nostro sogno è quello di arrivare in Eccellenza, categoria che manca nel nostro paese da moltissimi anni e i tifosi meriterebbero questo traguardo”.
Molto chiaro, dunque il pensiero di Perrino, che sposa pienamente anche quello dei soci Filosa e Vitiello, il Real Poggiomarino, ad oggi, ancora non sa quale sarà la categoria di militanza, le risorse economiche sono poche e, al momento, l’unica cosa garantita è soltanto l’iscrizione. Si spera che, nei prossimi giorni, la situazione possa migliorare, la caparbietà di Filosa, la serietà di Vitiello e la competenza di Perrino meritano sicuramente di far parte del panorama calcistico campano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares