Vocesport.com
Home

Il caso Lanciano diventa politico. La senatrice Pezzopane richiede un’interrogazione parlamentare

lancianoLa celerità nel provare a colmare un pastrocchio all’italiana, nel processo sportivo avente alla stregua di quello italiano, dei tempi alquanto biblici, è ormai divenuta causa principale per affermare sospetti e proporre azioni giudiziarie su tutti i fronti. Ad azionare la ruota ci ha pensato con un esposto alla Procura della Repubblica di Lanciano, il sindaco della città abruzzese,  Mario Pupillo che ha evidenziato come a differenza dell’indagine sui cosiddetti “treni del goal” ci sia stata una disparità di trattamento nella valutazione del caso, con audizione di Leone e successivo deferimento notificato nel giro di due settimane dalla pronuncia della Corte di Giustizia Federale (a cui farà da seguito il ricorso dinanzi al Tnas) in un lasso di tempo così breve da costituire un record. Di poi, è scesa in campo la politica, tant’è che la vicenda sarà condotta in Parlamento per effetto di un’interrogazione proposta su iniziativa del consigliere Regionale del Partito Democratico, Camillo D’Alessandro, da parte della senatrice aquilana Stefania Pezzopane. ” Ho voluto accogliere la richiesta-scrive la senatrice sul proprio profilo facebook- al fine di fare piena luce, con un’interrogazione urgente, sull’incredibile conclusione del campionato di serie B, la riapertura di procedure sanzionatorie, la sospensione dei play out, l’incredibile lentezza sull’inchiesta della vendita di partite ben più grave di un ritardato pagamento“. A conclusione di tale excursus social, la senatrice conclude ” Non si tratta solo di una partita di pallone, nè della retrocessione, per quanto dolorosa: ma le vittorie o le sconfitte nello sport si consumano in campo e non possono essere decise da forzature che assomigliano alla prepotenza“.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares