Vocesport.com
Home

Dalle radioline al wi-fi…. Storie di un calcio progressista e poco romantico

16648-vintage-radio-1920x1200-photography-wallpaperStessa storia, stesso posto, differente attrezzatura di fortuna… Già perchè, questa sera allo stadio Arechi, in luogo delle radioline con tanto di cuffie incorporate capace di consentire il dono dell’ubiquità, volando da un campo all’altro via etere salvo restare incollati con gli occhi a quanto si verifica sul rettangolo verde di riferimento, ci sarà la cristallizzazione di un evento che ormai rappresenta il superamento d’altri tempi: non più “tutto il calcio minuto per minuto” scandito da quel”clamoroso al Cibali”: alcune delle voci tipiche dei radiocronisti di un tempo non ci sono più, la radio rappresenta un mezzo desueto rispetto al display di un cellulare che fa le bizze alla ricerca di una rete wi-fi libera che possa fungere da supporto in un inquinamento elettromagnetico incessante in cui oltre 18.000 persone con la testa sul display posizioneranno gli occhi sui risultati live provenienti dagli altri campi. Una spia rossa che si accende per segnalare il goal nella partita “adocchiata” tra le tante apposte su di un palinsesto nudo e crudo di giornata, si sostituisce al boato che fa da preludio al collegamento radiofonico ogni qualvolta l’aggiornamento corrisponde ad una rete messa a segno da una squadra. Sarà tutto schematizzato, emblema di un calcio progressista che stride con il romanticismo di un tempo in cui il pallone rotolava con maggiore semplicità, venendo vissuto senza l’esasperazione di moviole, tecnicismi e l’uso della linea bianca per costruirci processi post gara in un’intera settimana di chiacchiere, recriminazioni e sospetti. Gira il mondo gira nell’etere senza fine, ma nel progresso dilatante ci sarà ancora qualcuno che all’Arechi, questa sera, non derogherà alla tradizione fatta di pane, pallone e Salernitana con tanto di radiolina custodita gelosamente in una mano per dare un calcio ad un pallone privo di tradizione…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares