Vocesport.com
Home

Uniti si vince.. Eppure la Salernitana appare una e….trina….

DSC_9467“Uniti si Vince”. Tutti compatti per il conseguimento della meta, derogando dalle convinzioni e pregiudizi personali. Qualcuno lo vada a dire alle anime divise di una Salernitana apparsa essere una e trina. Accanto a Lotito deus ex machina figurano quali due entità astratte ovvero il ds Fabiani ed il tecnico Leonardo Menichini. Quest’ultimo, come accaduto nella scorsa stagione in cui riuscì a centellinare l’impiego di Maikol Negro, salvo poi ricredersi (per fortuna) nel finire del campionato in cui l’ex attaccante della Nocerina siglò reti importanti in ottica salvezza, nel corso di questa stagione ha come sempre anteposto i propri convincimenti e pregiudizi personali al benessere della squadra, escludendo dalla contesa giocatori in grado di poter offrir il proprio contributo alla causa. Il primo della serie  a fare le spese dell’orgoglio menichiano è stato Raffaele Schiavi, reo di essere condotto a Salerno da un certo Angelo Mariano Fabiani e pertanto costretto (a seguito del recupero dal brutto infortunio) da oltre tre mesi  a restare in naftalina, pur avendo la squadra granata necessitato di un difensore di esperienza e di qualità nel cuore del reparto difensivo. Discorso diverso merita Ceccarelli, costretto a stare in disparte per aver manifestato in pubblico i propri dubbi sull’atteggiamento tattico della Salernitana nella partita con il Vicenza, costato di fatto due punti pesantissimi in ottica salvezza. Da allora l’ex Bologna è stato di fatto esautorato salvo poi beneficiare del “perdono” a cui non ha fatto da seguito il pronto impiego in campo, complice un infortunio. A pochi giorni dalla gara della vita, sarebbe bene che le tre anime della Salernitana facessero fronte comune, derogando da convincimenti e dispetti reciproci in grado di condurre la barca direttamente in Lega Pro. Da Venerdì prossimo non ci saranno appelli e nuove opportunità da gettare al vento: a buon intenditor, poche parole!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares