Vocesport.com
Home

Salernitana: l’Arechi-specchio per ricordarti quanto sei “B”ella

DSC_3211Ultima curva di un giro ad ostacoli. La Salernitana dopo un percorso irto di difficoltà arriva all’ultima tappa con una forza in più nelle gambe: basterà guardarsi attorno prima della gara, chiudere gli occhi e respirare l’adrenalina che è in grado di trasmettere l’Arechi. I giocatori granata potranno salire sull’ottovolante pronto a tramutarsi da specchio riflesso del sentimento che i tifosi da sempre con la voce manifestano nei confronti della propria squadra del cuore. Non c’è bisogno di parole per dire che ogni momento fatto di gioia e paura fa parte del dna di ognuna delle 20.000 anime che affolleranno l’impianto di Via Allende per sostenere la Salernitana nell’ultima, decisiva battaglia . Nelle vicinanze o a notevole distanza dalla città capoluogo non passa un pensiero diverso dalla beneamata: lo sguardo si sofferma su di una foto, uno scatto che cristallizza un attimo di gioia, intervallato da speranza, agonia, incubo, sogno e realtà. Tutto in un mix di emozioni forti che hanno contraddistinto queste 40 partite di un campionato ondivago e pieno di sorprese. I 20.000 dell’Arechi, domani pomeriggio, rappresentano una dote preziosa, un patrimonio da preservare ed arricchire, perchè espressione di una parte delle grandi potenzialità di una piazza affamata di calcio. In 20.000 per dirle che più bella cosa non c’è, che quella muraglia umana, in fondo, è soltanto uno specchio in grado di ricordare che per Salerno, lei (sua maestà Salernitana) sarà sempre la più bella…. Ed allora, come si fa a spiegarle che ci si agita, rendendosi (magari ridicoli) senza capire se ce la faccia o no. Loro, i 20.000 dell’Arechi, hanno passato una stagione trafitti sulla terra,aspettando di volare un pò. E poi di nuovo lì, a guardare le nuvole su di un tappeto granata. Dai Salernitana: parlagli, stringili e non fingere di amarli!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares