Vocesport.com
Home

Breda “Il mio futuro è ancora da decifrare Salernitana, 47 punti possono anche bastare”

bredaL’allenatore conta, eccome: Roberto Breda è tra gli allenatori più giovani è già importanti per la categoria, capace di rimonte straordinarie in classifica non concretizzando per una questione di centimetri la promozione in massima serie. Il primo anno del Latina è da tramandare ai posteri: subentrato a Gaetano Auteri riuscì a conquistare il terzo posto perdendo la finale play off con il Cesena. L’anno successivo, Breda, per sua stessa volontà lasciò la formazione neroazzurra, salvo poi essere richiamato sulla toda della nave. Da Latina a Terni il passo è breve, tornando in sella  proprio a seguito della sconfitta degli umbri a Salerno. Il risultato? salvezza tranquilla e valorizzazione di giocatori (vedasi Falletti), posti in vetrina sul palcoscenico nazionale. Il nome dell’ex ed indimenticabile capitano della Salernitana, nelle ultime ore, è stato accostato alla beneamata. Breda lascia una porta aperta, ma al momento si concentra sull’obiettivo salvezza(ormai raggiunto dalla Ternana), rispettando da professionista serio qual è il momento topico per i granata, impegnati a raggiungere la matematica permanenza sul campo ” non ho sentito nessuno-ha dichiarato il tecnico della Ternana ai nostri microfoni- è la verità. Il mio futuro d’altronde è tutto ancora da decifrare. Il sottoscritto ha ancora un anno di contratto e dovrà a fine campionato, confrontarsi con la società cercando di capirne le intenzioni. Ripeto, sono discorsi prematuri, restano da disputare ancora tre partite di campionato”. L’argomento, allora, non può che scivolare sulla squadra di cui Breda ha rappresentato il metronomo ed il cervello pensante, facendo le fortune degli avanti granata con il suo pensare-agire in un decimo di secondo ” La Salernitana sta bene, è in forma. Anche il Modena è un’ottima formazione, ma la squadra di Menichini ha dalla sua il fattore ambientale e non è poco”. A proposito di allenatori, Breda afferma il suo pensiero su chi sostiene che tale figura non incida sul rendimento della squadra ” Beh, il sottoscritto ha avuto allenatori come Delio Rossi che la propria impronta alla squadra la dava, eccome. Certo, senza i giocatori non si fa nulla. Prendete l’Atletico Madrid, è di nuovo in finale champions. Credo che il lavoro di Simeone sia sotto gli occhi di tutti. Magari faranno il catenaccio, ma i risultati nel tempo ed il lavoro profuso, stanno dando i frutti. Tornando alla Salernitana, Menichini penso stia facendo bene. Ha vinto l’anno scorso un campionato e quest’anno si sta adattando alle caratteristiche dei giocatori a disposizione.” Dulcis in fundo, la tabella salvezza ” Bisognerà verificare il risultato di Lanciano a Crotone e della Pro Vercelli. Credo che non si possano ancora fare calcoli e tabelle. Restando ottimisti, è possibile pensare che alla Salernitana con sette punti possa anche arrivare la meritata salvezza”. Parola di capitano……

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares