Vocesport.com
Home

23 goal all’attivo nella gestione Menichini: ben 13 provengono dalle “palle inattive”

DSC_2332La gestione Menichini ha portato una svolta in termini di realizzazioni siglate nella maggiore parte dei casi sugli sviluppi di calcio piazzato. Lo schema principale, che ha prodotto importanti soluzioni di divincolamento da arcigne marcature ad uomo sugli sviluppi di corner e calci di punizione dal limite, è rappresentato dalla torre sul primo palo per l’inserimento sul secondo di un compagno: tale schema ha fruttato punti pesanti in occasione del goal del pareggio di Coda sugli sviluppi di calcio d’angolo nel match interno con il Crotone. Nel pirotecnico pareggio interno con il Pescara, invece, l’attaccante di Cava dè Tirreni ha timbrato il tabellino dagli 11 metri. Con Perugia, Cesena e Pro Vercelli ancora una volta decisivi i tiri da fermo: in Umbria, infatti, la testa di Coda così come in quel di Vercelli, determinò il conseguimento di un prezioso pareggio. In quel di Cesena, il rigore del capocannoniere granata e la testa di Bagadur sugli sviluppi di punizione battuta dall’esordiente Nalini, assicurarono il primo ed unico (al momento) successo esterno dei granata. Con la Virtus Entella, la Salernitana andò in rete con Colombo, bravo ad inserirsi sul secondo palo su palla spizzata da Ceccarelli salvo subire con la medesima moneta, il pareggio ad opera di Iacoponi, giunto a tempo scaduto. Dulcis in fundo, direttamente da corner, Donnarumma di testa (dopo neppure 60″ dal fischio d’inizio), siglò la rete del vantaggio ai danni del Livorno. Stessa storia ad Ascoli, ove appena quattro giorni or sono, dapprima Oikonomidis (sulla respinta corta di Cacia) e di poi, Bagadur, su assist al bacio di Zito, regalarono un punto d’oro in ottica salvezza. In totale, nella gestione Menichini, la Salernitana ha totalizzato 23 goal, 13 delle quali sono stati realizzati direttamente sugli sviluppi di calcio da fermo. Trattasi di una risorsa importante: vero e proprio jolly da sfruttare nei momenti di magra.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares