Vocesport.com
Home

Marcolin ha già in mente il suo primo Avellino

marcolinDario Marcolin ha messo sotto torchio l’Avellino. Doppia seduta di allenamento giornaliera, essenziale per verificare al meglio le condizioni fisiche e mentali dei suoi uomini, a due giorni dalla sfida col Crotone che segnerà l’inizio di una nuova era. Il neotecnico biancoverde ha già in mente alcune modifiche da operare nell’undici iniziale, a partire dal modulo. Il 4-3-1-2 non è da accantonare a priori, ma Marcolin sembra più propenso a sostituirlo con il 4-3-3, come confermato nel corso della conferenza stampa di presentazione.

Il gruppo è quasi al gran completo: contro gli squali di Ivan Juric mancheranno i soli Migliorini e Bastien, mentre Tavano si è rimesso in sesto dopo che la fastidiosa influenza lo aveva tenuto ai box contro la Ternana. Partendo da queste indicazioni, il primo Avellino di Marcolin può essere già abbozzato.

Tra i pali naturale la conferma di Frattali che sarà protetto dal quartetto composto presumibilmente da Biraschi e Rea al centro e da Visconti sulla corsia di sinistra. Ballottaggio sull’out di destra dove Pucino e Nica attaccano la titolarità di Pisano. A centrocampo sono attese le novità più importanti. Al centro della mediana potrebbe rivedersi Jidayi, che Tesser aveva trasferito in difesa. Ai suoi lati conferme in vista per D’Angelo e Gavazzi, con Paghera e Arini che dovrebbero accomodarsi in panchina.

In attacco tutto ruota intorno all’estro di Insigne. Il classe ’94 di proprietà del Napoli agirà da esterno destro d’attacco, in modo tale da poter armare il suo sinistro e far male alla difesa del Crotone. Al centro dell’attacco agirà Mokulu, in vantaggio su Joao Silva, mentre sulla sinistra si muoverà uno tra Castaldo e Tavano, con il “dieci” di Giugliano desideroso di farsi perdonare per l’errore dal dischetto contro la Ternana

fontE. tuttoavellino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares