Vocesport.com
Home

Marcolin: “Quando mi ha chiamato l’Avellino son venuto di corsa. Ho parlato con Rastelli”

marcolin avellinoEcco le prima parole di Dario Marcolin da allenatore dell’Avellino: “La situazione rispetto a quella che ho trovato a Catania lo scorso anno è ben diversa. La classifica è comunque buona e la squadra è altrettanto buona. Sono felice di essere qui. Nel dna dell’Avellino c’è quello di riuscire a conquistare certi obiettivi”.

Con quale modulo vedremo giocare l’Avellino di Marcolin?

“A me piace giocare col 4-3-3, spostando Insigne esterno nel tridente, ma è sempre la qualità dei calciatori a costruire un modulo. Io a Catania mi sono ritrovato Rosina, che somiglia a Insigne nel modo di giocare e ho preferito adottare il 4-3-1-2. Sono i calciatori a determinare le scelte finali”.

Quali sono i suoi obiettivi e quelli della società?

“L’obiettivo della società è quella di ripartire a dieci giornate dalla fine. Serve la scintilla giusta per risalire la china. Le altre squadre non sembra che abbiano il ritmo necessario per rendere impossibile una nostra risalita. Il mio obiettivo è quello di fare bene con entusiasmo. Quando mi ha chiamato l’Avellino son ventuo qui di corsa. E’ una società seria e importante. Poi ho parlato con Massimo Rastelli e me ne ha parlato molto bene. Lo ringrazio”.

Che Avellino vorrà vedere?

“Voglio portare alcune mie idee e credo tattico. Voglio però togliere un po’ di preoccupazioni dalle spalle dei calciatori”.

fontE: tuttoavellnio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *