Gragnano “L’Intervista”: Ciro Foggia

foggia ciro gragnanoùTra le rivelazioni dell’anno dell’intero campionato di serie D non può non essere annoverato il “nostro” Ciro Foggia. La punta napoletana ha trovato a Gragnano la squadra e l’ambiente giusti per lanciare definitivamente la sua carriera. Una stagione eccellente, quella scorsa, al Portici in Eccellenza (sedici reti all’attivo ndr) gli ha permesso di avere la chance in gialloblè nella categoria superiore. Una chance che Ciro non sta sciupando.

Ciao Ciro! Domenica a Marsala abbiamo conquistato un punto prezioso in ottica salvezza. Quali sono state le reazioni del gruppo a questo pareggio acciuffato nel finale?

Innanzitutto soddisfazione. Un risultato importantissimo su un campo difficile contro una diretta concorrente. Ci abbiamo creduto fino alla fine, anche in dieci uomini, e siamo riusciti a portare a casa un grande punto da squadra forte ed affiatata quale siamo.

Il tuo primo gol al “Municipale” è arrivato dal dischetto. Un “cucchiaio” alla Francesco Totti. Quando hai deciso di calciare così?

Lo ammetto, il “cucchiaio” è stato il mio primo pensiero quando l’arbitro ci ha concesso il rigore e sono andato deciso senza ripensarci mai. Per fortuna è andato tutto bene! La doppietta la dedico ai miei nipoti, Andrea ed Alessia.

Dopo più di metà campionato sei il capocannoniere del girone con tredici marcature, insieme a De Rosa della Cavese. Se te l’avessero detto ad agosto, ad inizio preparazione, cosa avresti pensato?

Non ci avrei creduto! Sono consapevole dei miei mezzi, l’obiettivo era arrivare alla doppia cifra. Ora sai come si dice, l’appetito vien mangiando, non voglio fermarmi.

Quest’anno ti sei messo in gioco, hai scommesso su di te e possiamo dire che la scommessa la stai vincendo.

Si, sono contento perchè ho fatto tanti sacrifici e sto venendo ripagato. Devo ringraziare l’ex direttore sportivo Cipriano Coppola per avermi dato questa possibilità, ovviamente i miei amici, i miei compagni di squadra, che mi mettono in condizione di fare bene ed il mister Coppola che mi ha dato fiducia.

Sabato al “San Michele” arriverà il Siracusa, terzo in classifica. All’andata mettesti a segno una doppietta che però non evitò la sconfitta.

Spero di segnare altri due gol e stavolta portare a casa i tre punti, è la cosa più importante. Per vincere sarà fondamentale l’apporto del nostro fantastico pubblico che invito a venire numeroso. Abbiamo bisogno del nostro dodicesimo uomo in campo, abbiamo bisogno di loro! Forza Gragnano!

Ufficio Stampa Gragnano Calcio – Gennaro De Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *