Confermato il 5-3-2. Ceccarelli, Zito e Ronaldo dall’inizio

Vincenzo Torrente (1)Vincenzo Torrente ritorna il 5-3-2, modulo dapprima utilizzato per far fronte agli infortuni ed alle squalifiche che hanno falcidiato l’intero reparto difensivo, salvo poi fare un passo indietro, tornando alla difesa a quattro (invero con scarsi risultati) nelle trasferte di Modena e Como. Nella settimana più lunga che ha preceduto l’atteso derby di domani pomeriggio allo stadio “Partenio-Lombardi”, Torrente ha provato a forgiare un gruppo in via di definizione,complice gli addii e i nuovi arrivi ( ben 6) alla base di una rivoluzione tecnica che è solo in divenire, in attesa degli ultimi botti di mercato. Con l’Avellino il tecnico di Cetara schiererà l’ex Bologna Ceccarelli ed Empereur ai lati di Trevor Trevisan con Colombo e Zito sulle corsie laterali, aventi il compito di difendere ed attaccare. In mediana, Ronaldo fungerà da motore e cervello pensante del reparto centrale, coadiuvato da Moro e Bovo con Odjer che si accomoderà in panchina. In attacco fiducia al duo Coda-Gabionetta, con Donnarumma costretto a tenere il freno a mano tirato.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *