Vocesport.com
Home

Superba affermazione per la Givova Scafati che si impone in quattro set sulla Accademia Benevento

Givova Volley Scafati 15-163 – 1
(25-18; 25-9; 16-25; 25-19)
Superba affermazione per la Givova Scafati che si impone in quattro set sulla Accademia Benevento al cospetto del pubblico amico del Polifunzionale di Via della Resistenza.
Ottimo l’esordio in panchina per coach Sergio Daniel Meneghetti – subentrato lunedì alla guida della prima squadra – che trova vittoria e tre punti all’esordio assoluto nella categoria.
Novità nello starting six per la Givova: diagonale Villani- Valdes Perez, Piccione e Resia Esposito in banda, D’Aniello e Salvati (ritorno in campo per lei dopo alcuni problemini fisici) centrali, Guida libero.
Vittorio Ruscello, tecnico ospite schiera Varricchio al palleggio, Ferrone opposta, Ulaj e Lanza in banda, Dell’Ermo e Postiglione centrali, Pisano libero.
Il primo set è un monologo gialloblu fin dalle prime battute: due errori delle ospiti (invasione di Lanza ed attacco out di Ferrone) un vincente di Valdes Perez ed un muro di Salvati consegnano il primo ampio vantaggio (4-0) alla Givova.
L’Accademia prova una timida reazione con Postiglione e Ferrone, ma un block-out di D’Aniello, un diagonale di Resia Esposito e ben tre ace consecutivi di Lisandra Valdes Perez (31 pt per lei questa sera col 50% offensivo) spaccano in due il parziale (12-6) disgregando i piani di rimonta delle sannite.
La Givova nella seconda parte del set si limita ad amministrare con padronanza e perizia tecnica gioco e punteggio e si impone col punteggio di 25-18.
I dettami di coach Ruscello – piuttosto polemico con la coppia arbitrale – non valgono a risollevare le sorti delle sannite che nel secondo set non entrano mai in gara.
Le gialloblu sono praticamente perfette: arginano a muro gli attacchi in diagonale di Ferrone e puniscono in contrattacco con Valdes Perez, D’Aniello e Piccione.
Quando sul 18-9 è Antonella Salvati a presentarsi al servizio, le ricettrici dell’Accademia vanno completamente in tilt. La battuta float in zona di conflitto 6-5 della centrale partenopea (tre ace per lei) lascia disarmate le ospiti che cedono il parziale col punteggio di 25-9.
Nel terzo set l’Accademia trova la reazione tanto invocata dal proprio tecnico. Ulaj (ottime le sue conclusioni su palla alta e staccata) e Postiglione riescono a ribaltare un set in cui Scafati commette troppi errori in battuta e in contrattacco.
E’ proprio un primo tempo vincente della centrale di scuola Arzano a consegnare il set alle ospiti (18-25).
Superato il lieve calo di concentrazione accusato nel terzo parziale, le ragazze di coach Meneghetti nel quarto set riprendono a dettare ritmi e gioco. E’ un primo tempo fulmineo di Brunella Esposito (subentrata ad Antonella Salvati) a siglare il primo mini-break (+3) per le gialloblu. Dal 20-17 in avanti la Givova è praticamente perfetta: un diagonale vincente di Valdes Perez, un muro di Brunella Esposito ed un ace di Piccione valgono il +6 (23-17) sull’Accademia che cede di schianto negli scambi conclusivi del match. E’ ancora una volta un ace di una centrale gialloblu – Brunella Esposito – a porre fine al set e a siglare il definitivo 25-18.

Antonio Villani
Ufficio Stampa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *