Vocesport.com
Home

LA ROTA RIPARTE COME AVEVA FINITO: 0-3 AL NOLA

rotaLA ROTA RIPARTE COME AVEVA FINITO: 0-3 AL NOLA

Dopo la lunga sosta natalizia è sempre difficile ripartire col piede giusto, ma la squadra allenata da coach Ferrara riparte subito forte con una prestazione brillante contro Nola, bissando il 3-0 ottenuto in casa contro Partenope. Nonostante le tante assenze in casa bianco azzurra, le giovani “rotine” riescono a mantenere alta la concentrazione, nonostante di fronte ci fosse l’ultima della classe.

IN CAMPO: Ferrara deve rinunciare alle infortunate Graziato, Albano, Petruzzella e schierare in campo un influenzata Ventre al centro insieme a Sabato. Diagonale insolita con doppio palleggiatore Pedone – Amaturo, martelli Peruzzi ed il capitano Orefice.

LA PARTITA: partenza in salita delle sanseverinesi che commettono tanti errori in avvio con il Nola che ne approfitta per portarsi sul 12-6. Dopo il timeout tecnico la Rota reagisce con il capitano Orefice che In battuta fa letteralmente la differenza con due ace e con un parziale di 12 a 0. Il resto lo fa Peruzzi che chiude con attacco il set sul 15-25.

Il secondo set si apre con la pipe di Orefice, Nola cerca di rispondere. Si gioca punto a punto ed è un ace della numero 24, Pedone, a valere il vantaggio al time out tecnico 10-12. Le ragazze di Ferrara continuano a macinare gioco, mettendo a terra un pallone dopo l’altro e non lasciando nulla alle avversarie. Un attacco al centro di Sabato è un ace in battuta di Amaturo chiudono il set sul 14-25 per le sanseverinesi.

Terzo set giocato sulla falsa riga del secondo, con la Rota che viaggia sul binario giusto, senza intoppi, gestendo l’ampio margine creato ad inizio set con gli attacchi di Peruzzi e Orefice. Dal timeout tecnico in poi diventa una passeggiata per la Rota che chiude set e incontro sul 14-25 per il 3-0 finale a favore della squadra sanseverinese.

Il dirigente Mazzei Nicola è soddisfatto di quanto fatto dalla sua squadra: “Bene per la vittoria e i tre punti, i primi tre del 2016. Abbiamo giocato un bellissimo primo set, secondo e terzo sono stati meno lucidi ma non abbiamo mai perso il controllo del gioco e non abbiamo subito quello avversario. La partita è stata gestita bene, la ricezione non è stata ottimale ma il cambio palla ha funzionato bene. Ora pensiamo alla partita in casa contro Rubicondo Infissi, altra bella sfida, nella quale però possiamo contare sul fattore campo”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *