Mister Baratto: “La mia peggior Turris”

baratto turris misterNon ci sta a fine partita, mister Baratto commenta la sconfitta di Ponte: “Abbiamo commesso molti errori, soprattutto nel primo tempo. L’approccio della Turris è stato molle. La peggior partita da quando ci sono io. Dopo il pareggio di Tarallo, tuttavia abbiamo avuto due nitide occasioni per passare in vantaggio. Invece siamo andati di nuovo sotto con un gol in sospetto fuorigioco. La partita è stata persa nella prima frazione. Nel secondo tempo invece non siamo riusciti a mettere in difficoltà il Torrecuso, a causa di una scarsa intensità da parte nostra. Tuttavia accetto il verdetto del campo e onestamente dico che il risultato è giusto. La sconfitta ci sta tutta”.

L’ARBITRAGGIO – C’è anche l’arbitro nel libro nero del tecnico corallino. Il riferimento è all’episodio che ha visto come protagonista Felici del Torrecuso, reo di essere entrato in campo senza l’autorizzazione dell’arbitro: “Inammissibile a mio avviso l’errore commesso in occasione del terzo gol. Felici era fuori dal campo ed è entrato all’improvviso, cogliendo di sorpresa Imparato. Poi, guarda caso, proprio lo stesso Felici ha preso palla e ci ha punito, chiudendo di fatto la partita”.

IL CAMBIO – A metà ripresa, Baratto ha cambiato modulo: “Sono passato ad un 4-2-3-1, con Sperandeo in appoggio a Tarallo. L’intento era di sfruttare i centimetri dei nostri attaccanti. Ma ripeto, nel secondo tempo non siamo riusciti a produrre azioni degne di nota”.

I SINGOLI – “Schettino? Ha fatto bene. Veniva da un infortunio e non aveva i 90 minuti nelle gambe. Il suo cambio era già programmato. Gisonni? Sinceramente non so se fa ancora parte della rosa. E’ una questione societaria che non spetta a me decidere. Non entro nel merito, mi limito ad allenare la squadra che ho disposizione. L’espulsione di Lordi? Assurda anche questa decisione arbitrale. Il ragazzo in occasione del terzo gol si è limitato a dire all’arbitro ‘Ora sei contento?’ Che dire, oltre il danno la beffa…”.

fontE: tuttoturris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *