US SCAFATESE – SCAFATESE 1922: 1 – 0

derby1US SCAFATESE – SCAFATESE 1922: 1 – 0

MARCATORI: 28’ Del Grande

US SCAFATESE (4-3-1-2): Gallo F.; Matrone P., Romano, Cirillo, Ferrauto; Landi (56’ Mandica), Maio, Avino (72’ Della Femina); Scognamiglio; Cibele (61’ Maione), Del Grande. A disposizione: Francavilla, Tortora, Sgueglia, Manzo. All. Antonino Amarante

SCAFATESE 1922 (4-3-3): Capece; Vicinanza, De Bellis, Chiariello, Gallo S.; Guidelli, Teta, Perone (61’ Zucca); Sorrentino (71’ Romano U.), Cannavale (72’ Borriello), Di Ruocco. A disposizione: Fantasia, Piscopo, Gallo L., Fogliamanzillo. All. Giovanni Macera

ARBITRO: Francesco Croce di Novara Assistenti: Michele D’Ambrosio e Silverio Iodice di Torre Annunziata

NOTE: Ammoniti: Landi, Scognamiglio, Avino, Maio (US), Teta, Gallo S., Vicinanza, Sorrentino(S). Corner: 2 – 4. Recuperi: 1’pt, 4’st. Gara giocata a porte chiuse per ordine pubblico.

L’US Scafatese si aggiudica la stracittadina, ed oltre ai tre punti pesantissimi, si aggiudica un risultato storico avendo conquistato il primo successo in fatto di derby tra realtà scafatesi, nei due unici precedenti eri terminata con risultato di parità. E’ bastato un gol di Del Grande che a sua volta mette il primo sigillo in campionato. Ottima prova degli uomini del tecnico Amarante che se avessero sfruttato in pieno, almeno una delle ripartenze, concesse dagli avversari, il risultato sarebbe stato più netto. Una vittoria che dà linfa vitale per il prosieguo, giunta dopo lo stop a reti bianche a San Tommaso. A proposito di reti, risultano ancora zero quelle subite in campionato, una soltanto complessivamente considerando anche la coppa, un dato statistico di grossa rilevanza.

Amarante conferma la difesa con gli under esterni Matrone e Ferrauto, centrali Cirillo e ancora Romano sempre più leader di questa squadra. A centrocampo torna il faro Maio che si prende una bella rivincita sulla sua ex squadra sfoggiando una prestazione suprema, per il resto Landi e Avino interni a proteggere le iniziative di Scognamiglio. In attacco a fianco a Cibele si rivede Del Grande dal primo minuto.
Prima parte di gara molto pimpante con le due squadre che si affrontano a viso aperto scaturendone un botta e risposta. Alla punizione di Del Grande risponde un colpo di testa del grande ex Sasà Gallo, di un soffio a lato. Ancora al 23’ Ferrauto perfetto da destra pesca in area Cibele, lo stop ed il tiro di “Robin Hood” vede l’ottimo salvataggio in corner di Capece. Alla mezz’ora sale in cattedra Di Ruocco, spostato a destra da Macera, per due volte ci prova con un diagonale che in entrambi i casi finisce sul fondo. L’unica rete del match arriva improvvisamente: un disimpegno della retroguardia “uesse” trova il malinteso fra Capece e De Bellis, ci crede Scognamiglio che raccoglie la sfera e dal fondo serve in area Del Grande, il tap in è perfetto e finisce in rete. La risposta vede la spaccata in piena area di Sorrentino lambire il legno superiore. Prima della chiusura Del Grande spreca in ripartenza perdendo l’attimo. Nella ripresa girandola di cambi da parte di entrambi i tecnici. Si registra al 51’ un occasione fallita da Sorrentino che sul secondo palo manda a lato. Poi, mentre i canarini si riversano in attacco, Maione e company sprecano tanto in contropiede. Al 70’ arriva il raddoppio per opera del capitano Cirillo, ma l’assistente rileva posizione di offside. Prima del triplice fischio ha del “thriller” il faccia a faccia fra i fratelli Romano, con Umberto che punta Marco e lascia partire un rasoterra beffardo che lambisce il palo alla destra di Gallo.

Termina così un match che consolida quanto di buono fatto in questa prima parte di stagione dalla squadra del tecnico Amarante: squadra imbattuta e rete inviolata.

Enzo Cavallaro
cell. 3401538143
email: vincenzocavallaro86@libero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *