Il Pagellone. Gabionetta è oro colato. Intramontabile Pestrin. Sciaudone “lumacone”

formazione salernitana
Terracciano 5 L’ex portiere del Catania dopo l’esordio in chiaro oscuro si ripete su tiro non irresistibile di Valoti. Nel corso del match effettua un paio di interventi plastici ma ha la “colpa” di far sentire in difficoltà i difensori ad ogni accostamento del Pescara in area di rigore, facendo rimpiangere Strakosha. Pericolo.

Colombo 5,5. Conferma il proprio stato non ottimale di forma. Si può dare di più

Schiavi 4,5 Due falli inconcepibili, in particolare il secondo, effettuato in una situazione di vantaggio su Lapadula. Sfasato.

Trevisan 7 Partita da difensore arcigno. Puntuale e deciso negli interventi, non fa rimpiangere Lanzaro. Tanta roba

Rossi 6 Diligente e propositivo sull’out mancino.Soldatino diligente

Pestrin 7,5 Il migliore a centrocampo per quantità e qualità. Complice l’espulsione di Schiavi, si ritrova a fare il difensore centrale. Insostituibile.

Moro 5,5 La posizione di mezz’ala non è proprio confacente alle proprie qualità, ma ci mette tutto se stesso. Fuori ruolo

Bovo 5. E’ solo il fratello minore del calciatore ammirato in Coppa Italia e nel precampionato. Contro corrente

Sciaudone 4,5 Continua la parabola discendente. Schierato da trequartista non accende mai la lampadina, complice una condizione fisica approssimativa. Lumacone.

Coda 5 Ci prova nel primo tempo, ma senza fortuna. Ancora lento ed impacciato nei movimenti, ha dalla sua una condizione fisica ancora precaria. Fuori forma.

Gabionetta 8. La quarta perla è da condividere con Fiorillo non impeccabile nella circostanza. Meno male che c’e‘.

Eusepi 6,5 Impatto importante con il match. Entra e sfiora il goal, servendo un assist invitante a Troianiello per il possibile 1-2. Sostanzioso.

Perrulli 6 Ci mette corsa e dinamismo. L’esordio tra i cadetti è positivo. Risorsa.

Troianiello 6 Non e’ ancora in condizione.Spreca una buona occasione a tempo quasi scaduto su assist di Eusepi. In arrivo.

Torrente 6,5 La squadra riflette il carattere e la grinta dell’allenatore, riuscendo a rimontare in inferiorità numerica senza mai darsi per vinta. Motivatore.

 

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *