Vocesport.com
Home

Terracciano-Strakosha: dubbio amletico per la porta.

Seterracciano nel calcio c’è una regola scritta, assunta a principio fondamentale ed indissolubile per una squadra di calcio, quella riguarda l’estremo difensore. Il custode dei pali dev’essere uno e solo, incondizionatamente, senza dubbi che tengano. In ogni compagine, l’unico ruolo che non ammette alternanza, poiché il più delicato, è quello del portiere. Un numero uno titolare inamovibile ed un numero 12 che si alterni a difesa dei pali solo in caso di infortuni o squalifiche. Nessuna eccezione alla regola paga, bensi’rischia di pregiudicare le sorti di un campionato. La Salernitana a tale norma non sfugge, avendo già in passato pagato dazio per la presenza in porta di due numeri dodici: si pensi all’alternanza tra Marruocco e Botticella o tra quest’ultimo e De Lucia nella stagione 2004-2005 per finire al duello Iannarilli-Berardi. Sarà stato un caso, ma ogni qualvolta la scelta sul numero uno si sia rivelata errata e non coerente, il campionato dei granata si è tramutato in un’autentica sofferenza. Quest’anno, consumatosi il travagliato addio a Gori, le cose non sono andate meglio: Fabiani dopo aver puntato su Strakosha, giovane ed ancora immaturo per la serie B, ha pensato di correre ai ripari ingaggiando Frison, salvo dover virare su Terracciano complice il forfait del primo. Morale della favola, la Salernitana s’è ritrovata con un nuovo portiere a difesa dei pali nella gara persa con lo Spezia, mettendo in disparte Strakosha, non proprio impeccabile nelle prime due partite di campionato. A questo punto Torrente farebbe bene a scegliere il titolare fra i due elementi a disposizione, ponendo fine ad un ballottaggio snervante e pericoloso per entrambi. Se la storia è maestra di vita, nessuna squadra costruisce le proprie fortune senza un affidabile custode dei pali. Da Pescara, dunque, la Salernitana non potrà più derogare da un numero uno, in tutti i sensi…..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares