Vocesport.com
Home

A San Matteo non va sempre bene. L’ultimo successo e’ targato Calil

MischiareDSC_7939 sacro e profano nel calcio è consuetudine. La Salernitana di questi tempi di giubilo e contemplazione per la città capoluogo di Provincia ha spesso costretto i propri tifosi a mal digerire la milza. Dal 1998 al 2003 in occasione delle gare disputate il 21 Settembre, il bottino è stato piuttosto magro con 7 sconfitte, 5 pareggi e 6  vittorie. Indimenticabile il match di Serie A disputato in massima serie dopo 50 anni al debutto all’Arechi: Breda su punizione siglò la rete tanto bella quanto inutile del 2-1. Dal 2005 ad oggi l’andamento nel giorno dedicato alle festività del santo patrono è andato sempre più in crescendo con quattro pareggi, una sconfitta e cinque vittorie. L’ultima della serie è targata Calil che appena un anno fa con un grande diagonale decise la gara di Lamezia. Martedì 22 si giocherà a Pescara: la speranza è che passato il santo non passi la festa, sempre nell’alveo dell’equilibrio tra sacro e profano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *