Vocesport.com
Home

Salernitana-Spezia 0-2 Tre punti in scioltezza per i liguri. Eusepi sbaglia un calcio di rigore.

DSC_7490U.S. Salernitana ( 4-3-3) Terracciano; Colombo, Lanzaro ( 39’ pt Trevisan), Schiavi, Rossi; Sciaudone, Pestrin (18’ st Troianiello), Bovo; Donnarumma, Coda ( 7’ st Eusepi), Gabionetta. All.: Torrente. A disposizione: Strakosha, Pollace, Franco, Perrulli, Empereur, Odjer.

Spezia (4-2-3-1) Chichizola; Milos, Postigo, Terzi, Migliore; Juande, Brezovec ( 12’ st Jon Errasti); Kvrzic (22’ st Catellani), Candadija, Calaio’ ( 44’ st Nenè) Situm. Alll.: Bjelica. A disposizione: Sluga, Valentini, Acampora,  Rossi,  Martic, Misic.

Arbitro: sig. Francesco Paolo Saia di Palermo.

Assistenti: Alessandro Raparelli (sez. Albano Laziale)- Stefano Del Giovane (sez.Albano Laziale).

Note: giornata afosa. Terreno in buone condizioni.

Amm: Pestrin (S), Migliore (SP), Gabionetta (S), Calaiò (SP), Situm (SP)

Espulso: 33’ st il tecnico Bjelica  viene allontanato dalla panchina; 39’st Eusepi (S) calcia sul palo un calcio di rigore.

Marcature: 15’ pt Brezovec (S) ; 38’ st^ Catellani (SP) ;

Recupero 3’pt ; 4’ st

Torrente recupera in extremis Gabionetta, reduce da un’infiammazione al tallone lamentata a 24 ore dall’inizio del match. In porta confermato l’avvicendamento tra Terracciano e Strakosha. Nello Spezia, mister Bjelica deve rinunciare all’ultimo momento a Nene, cambiando last-minute spartito tattico ed uomini. Si passa al 4-3-3 con Calaiò vertice alto in luogo di Catellani al centro dell’attacco spezino.

La partita.

Primo tempo

Lo Spezia è intraprendente fin dalle prime battute del campionato. Al 14’ la squadra ospite passa subito in vantaggio grazie ad un tiro dalla distanza scoccato da Brezovec che, invero, trova impreparato sul proprio palo l’esordiente Terracciano.Lo Spezia va, di poi,  vicino al raddoppio sul finire della prima frazione di gioco: Pestrin perde palla a centrocampo, KVrzic dalla destra crossa al centro ma Schiavi anticipa Calaiò quasi sulla linea di porta. La reazione della Salernitana è affidata al destro fiacco di Coda.

 

Secondo tempo

Azione sull’out mancino, scambio corto tra Bovo e Rossi con quest’ultimo che vince un rimpallo, va sul fondo e crossa al centro per l’accorrente Gabionetta che di prima intenzione, di destro (non è il suo piede) calcia in porta senza alcun successo. Torrente inserisce Eusepi per un ectoplasmatico Coda e Troianiello per Pestrin, passando al 4-2-3-1. Al 19’ Sciaudone s’inserisce in area di rigore ma si ferma a metà strada tra un tiro ed un cross. Lo Spezia riesce a contenere senza difficoltà gli sterili tentativi offensivi della Salernitana, mantenendosi sempre pericoloso negli ultimi sedici metri con Brezovic che prova la conclusione a giro: la sfera finisce di poco alta sulla traversa. Doppia occasione per lo Spezia, questa volta complice un errore difensivo di Schiavi: in prima battuta, sul tiro di Catellani, Terracciano respinge lateralmente. Nel prosieguo dell’azione, Colombo perde palla e favorisce il prosieguo dell’azione che, Calaio, nel cuore dell’area di rigore, non è in grado di concrettizzare. Al 37’ Gabionetta stoppa e crossa di sinistro in area di rigore, Bovo  s’inserisce con i tempi giusti, ma il colpo di testa è debole e la sfera viene bloccata senza problemi dall’estremo difensore ospite. Al 38^ con tre tocchi lo Spezia perviene al doppio vantaggio grazie al neo entrato Catellani, che dinanzi a Terracciano con l’aiuto del palo, chiude definitivamente il match. E la Salernitana? Prova a reagire, sprecando l’occasione giusta per riaprire il match con Eusepi  che si procura un calcio di rigore ma la sua conclusione sbatte sul palo. Finisce nel peggiore dei modi una giornata storta, ma non c’e’ tempo per leccarsi le ferite che è già campionato: Martedì sera c’è il Pescara.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *