Vocesport.com
Home

Lettera di addio di Vigorito ” IL Benevento è stato un tempo ed un luogo di vita”

vigoritoNessun ripensamento, nonostante i grandi attestati di stima giunti dalla tifoseria giallo-rossa. Oreste Vigorito resta sulle sue posizioni e mediante una missiva pubblicata sul quotidiano “Ottopagine”, si congeda così da Benevento e dalla sua creatura:

Sentimenti e dintorni. Per dire grazie.
La nostra Strega ha lottato senza l’ausilio di poteri magici. È una strega “normale”, che rispetta le regole, che non riesce ad essere cattiva. Forse un po’ ci somiglia …
Per questo ci siamo messi in gioco; un gioco serio naturalmente, per divertirci. Perché lo sport è ludus, è divertimento. Poi arriva il momento di guardare con lucidità ai sentimenti, di ritrovare quella razionalità che fa vedere le cose in modo nuovo.
Ed è il momento di decidere e di valutare decisioni.
Le parole sbocciano allora dal silenzio. Distanti dal glossario di chi si fa travolgere da emozioni incontrollate, vittima di un agire che precede e sommerge il pensiero.
Il Benevento Calcio è stato un tempo e un luogo di vita. Qui una storia personale e familiare si è intrecciata ad un pezzo di storia della città. E questa città il calcio ha raccontato. Abbiamo fatto un lungo tratto di strada insieme. Un sentimento di gratitudine va a quanti lo hanno percorso con noi, condividendo entusiasmo, passione e impegno.
Le manifestazioni di affetto e di stima che mi raggiungono in questi giorni non sono lusinghe di sirene ingannatrici. Ascolto con “orecchio attento” quel canto e vi resisto solo costringendo la volontà.
Grazie, Sindaco. La tua posizione da subito ferma e netta, la denuncia dei comportamenti violenti, irresponsabili e di scomposta ostilità mi confermano di una vicinanza istituzionale e personale che mi è giunta particolarmente grata nel momento dell’incredulità e dell’amarezza.
Non dimentico la sensibilità di un’intera comunità che intese senza indugio procedere all’intitolazione dello stadio a Ciro Vigorito, stadio miseramente e simbolicamente oltraggiato, meschina rivalsa di fragili teppisti senza pensiero.
Grazie a voi del Club Legio Linteata. Grazie delle parole di riconoscimento del lavoro svolto dalla società Benevento Calcio; del richiamo alla credibilità e al prestigio acquisiti dal Benevento, modello di organizzazione e gestione apprezzato non solo a livello locale.
Grazie a voi, popolo Giallorosso. Sorprendenti gli SMS arrivati a OttoGol. Grazie a tutti i dipendenti e collaboratori per il sostegno dato nei momenti più difficili.
Grazie a Voi, autori dello striscione. “Benevento. Siamo anche noi”, che accompagnava i partecipanti del Flash Mob… rivendicazione forte di un’identità collettiva sana e consapevole.
Si’, Benevento siete anche voi, dico. Soprattutto voi. Grazie del sostegno e della fiducia.
Voi si’ che non mollate, perché siete convinti che vincere può anche non coincidere con il salto di categoria. Che essere sportivi, SIGNIFICA anche saper accettare una realtà che delude un’aspettativa;
che manca un obiettivo che sembra a portata di mano. Perché vincere è un progetto, costruito nel tempo con rigore, trasparenza, sacrificio e onestà.
Questo è il patrimonio che vi lascio.
Nessuna storia “vera” finisce del tutto; infatti quella del Benevento cambia semplicemente, e sono convinto che il viaggio riprenderà perché davanti c’è un passato …
L’impegno della Società è governare questa fase di passaggio favorendo le condizioni necessarie a garantire un assetto di stabilità.
Ogni sforzo andrà in questa direzione.
“Presidente, la sua onestà la nostra vittoria”. Di questo sono orgoglioso e convinto che nel consumarsi degli eventi, resteranno certezze e riferimenti… saldi, vincenti …
Grazie per l’affetto con cui mi avete circondato in questi anni.
Ad Maiora

Oreste Vigorito

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *