Vocesport.com
Home

ASD CITTA’ DI NOCERA 1910: il tecnico è Pasquale Esposito

esposito pasquale prof.Finalmente nella Nocera calcistica si è tornato a parlare di calcio e di conseguenza è tornato l’entusiasmo. Nella giornata di ieri è nata la nuova realtà rossonera, ovvero l’Associazione Sportiva Dilettantistica Città di Nocera 1910, che partirà dal campionato di Eccellenza.

Scelto anche il nuovo tecnico sarà il prof. Pasquale Esposito. L’appellativo di professore non riguarda solamente la sua grande capacità di insegnare calcio, ma anche la sua prima, attività lavorativa: il professore di educazione fisica. Pasquale Esposito è un vero e proprio esperto delle categorie dilettantistiche, quasi una garanzia. Angrese di nascita, ma scafatese di adozione calcistica, è stato protagonista negli ultimi due anni del miracolo Scafatese. Vittoria del campionato di Eccellenza contro due corazzate come Sarnese e Angri, che avevano in rosa giocatori del calibro di Agata, Montaperto, Maggio ed altri che di campionati ne avevano vinti. Poi un discreto campionato in serie D quest’anno, culminato poi con un esonero dovuto più ad una carenza di organico che alle sue idee tecnico-tattiche.

Nella sua storia altre realtà calcistiche: la Primavera dell’Avellino, la storia d’amore con la Scafatese allenata anche in D e in C2, ma anche Angri, Sorrento, Sant’Antonio Abate e Solofra tutte allenate in D.

Ora comincia, forse, una delle avventure più suggestive della sua già ricca carriera. Dal punto di vista dell’organizzazione di gioco il professore è uno dei pochi, in queste categorie, che predilige le vittorie attraverso il bel gioco: una manovra palla a terra che parte dalle retrovie. I moduli preferiti sono il 4-4-2 e il 4-3-1-2, senza disdegnare il 4-3-3. Centrali difensivi scorbutici, ma bravi a cominciare anche l’azione. Il vertice basso di centrocampo è un po’ come un allenatore in seconda, come faceva il suo fidato Antonino Amarante ai tempi di Angri e Scafati. Una mezz’ala di quantità e l’altra dotata di buona struttura fisica e qualità nel palleggio. In avanti il trequartista è l’ago della bilancia che deve assistere una punta forte fisicamente, ma capace di giocare anche col compagno di reparto.

fontE: tuttonocerina

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares