Vocesport.com
Home

Casertana, “parola” di patron Lombardi: “Se non ci sarà il sintetico andremo via”.

lombardiDopo l’ottima stagione di Lega Pro appena conclusa, la Casertana è decisa a riprendersi e a investire ancora nel progetto calcistico, pur sapendo che ciò non è semplice per motivi che vanno dagli abbonamenti fino ad alcune promesse disattese dal precedente sindaco. Giovanni Lombardi, il patron dei rossoblù, intervenuto in conferenza stampa allo stadio Pinto, avrebbe apprezzato un atteggiamento serio da parte della vecchia amministrazione Del Gaudio, e si augura che il commissario prefettizio Maria Grazia Nicolò faccia di tutto per permettere alcuni lavori che non hanno potuto avere luogo, altrimenti, alla fine della stagione 2015-2016 il patron potrebbe disimpegnarsi.

Infine Lombardi è passato a descrivere il profilo del neo tecnico, che è Nunzio Zavettieri. “Finalmente siamo riusciti a parlare con un interlocutore che ci ha detto la verità. Ho conosciuto la dottoressa Nicolò e lei mi ha detto, rispetto alla precedente deliberazione del sindaco Del Gaudio, che non esiste nessuna copertura finanziaria per fare il campo in erba sintetica. Siamo stati presi in giro. La dottoressa però si è presa un impegno personale, entro il 30 giugno il comune dovrà approvare il bilancio preventivo e si è presa un impegno sulla parola per cercare di trovare i fondi necessari a realizzare il progetto sullo stadio. Credo che bisogna chiarirsi una volta per tutte con le istituzioni. Dobbiamo trovare una soluzione, ma in caso contrario alla fine di questo campionato (quello che sta per iniziare) andrò via e lascerò tutto all’amministrazione comunale. I nostri impegni li manterremo, io spero che riusciamo a trovare la soluzione, ma se non dovesse essere così, credo che Caserta non avrebbe un futuro calcistico. Avete mai visto qualcuno del comune venire a pulire gli spogliatoi del Pinto? Dobbiamo pagare tremila euro al mese per fruire di questo stadio, e lo faremo, però il comune deve fare quello che deve fare: non possiamo assistere al degrado della struttura. Spero per il bene della collettività che ci si possa iniziare a muovere, ma lo sapremo tra meno di quindici giorni, perché se i lavori strutturali non vengono inseriti nel bilancio preventivo non verranno mai realizzati”. Poi Lombardi passa a parlare della squadra: “Faremo tutto il possibile per cercare di trattenere i migliori giocatori, perché non vogliamo fare brutte figure. Abbiamo scelto un allenatore che cercherà di far valorizzare al meglio questo gruppo che l’anno scorso, secondo me, ha perso due partite nel momento cruciale della corsa ai play-off. Comunque mi aspetto un certo supporto da parte dei casertani, abbiamo in mente una campagna abbonamenti a prezzi molto popolari, e ci auguriamo di raggiungere la quota dei duemila abbonamenti: se non riusciremo a raggiungere questo livello con i prezzi che metteremo, allora non dobbiamo raccontare stupidaggini. La squadra di basket, nonostante una società che abbia cercato di lottare per salvarsi, ha riportato una media di quattromila spettatori, e se noi non dovessimo avere duemila abbonati allora non avrebbe senso investire così tanto. Stiamo sacrificando risorse economiche pur in presenza di una situazione di completo abbandono delle istituzioni, ma ci aspettiamo che anche i tifosi della Casertana siano con noi. Se così non sarà, allora ce ne dovremmo proprio andare… Comunque l’allenatore che abbiamo chiamato è un personaggio serio, umile, non presuntuoso, ed è un ragazzo in gamba: l’anno scorso stava per portare il Bari in Serie A, poi è subentrato nel corso di quest’ultimo campionato tra mille difficoltà. Bisogna lavorare, e abbiamo visto che con i nomi non vince mai niente, quindi dobbiamo lavorare sulla concretezza”.
fontE: tuttolegapro

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares